menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad Amiu la gestione dei rifiuti per tutta la Città Metropolitana: piano entro la fine del 2020

Entro il 31 dicembre 2020 la municipalizzata del Comune di Genova si occuperà di 31 Comuni, così come deliberato dallo stesso ente

Sarà Amiu, municipalizzata del Comune di Genova, a occuparsi anche della gestione dei rifiuti dei 31 Comuni che fanno parte della Città Metropolitana.  

L’affidamento “in house” dovrà avvenire entro la fine del 2020, e Amiu dovrà presentare nei prossimi mesi un’offerta tecnico-economica da sottoporre alla Città Metropolitana. L’ente lo ha stabilito approvando le linee di indirizzo approvate in consiglio lo scorso 13 novembre. A oggi Amiu già si occupa del servizio in 14 dei 31 Comuni del genovesato, uno dei uno dei tre bacini territoriali individuati dal Piano Metropolitano di gestione dei rifiuti (gli altri due sono il Golfo Paradiso e la fascia costiera del Tigullio). 

Entro la fine del 2020, dunque, ad Amiu si occuperà di gestire il ciclo dei rifiuti di Arenzano, Busalla, Campoligure, Campomorone, Casella, Ceranesi, Cogoleto, Crocefieschi, Davagna, Fascia, Fontanigorda, Genova, Gorreto, Isola del Cantone, Masone, Mele, Mignanego, Montebruno, Montoggio, Propata, Ronco Scrivia, Rondanina, Rossiglione, Rovegno, Sant’Olcese, Savignone, Serra Riccò, Tiglieto, Torriglia, Valbrevenna e Vobbia.

«La delibera della Città Metropolitana- ha detto l'assessore all'Ambiente del Comune di Genova, Matteo Campora - è vista positivamente dall'amministrazione comunale genovese, che ha sempre giudicato Amiu soggetto centrale nella gestione dei rifiuti, in qualità di in house provider per tutta l'area dell'ex provincia di Genova».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento