rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

19enne trovato svenuto in strada, morto all’ospedale: ipotesi mix alcol e droga

Il vicesindaco Piciocchi: “Tragedia immane, un campanello d’allarme sullo sfascio educativo di oggi”

Sono ancora grigi i contorni della tragedia che hanno portato alla morte Gabriele Mantelli Cosso.

Il 19enne sabato mattina all'alba è stato trovato svenuto ai giardini Govi, in corso Italia, da due persone a spasso con i propri cani. Da lì il trasporto al Galliera dove è stato stabilizzato e poi il ricovero all'Evangelico di Voltri in rianimazione dove il ragazzo è deceduto, probabilmente in seguito a un mix di alcol e droga che lo aveva mandato in coma. 

Dalle prime indagini, è emerso che Gabriele aveva un divieto di avvicinamento alla casa di famiglia, una misura richiesta dalla madre preoccupata per il suo atteggiamento violento.

Sul caso indagano gli agenti della squadra mobile di polizia comandati da Stefano Signoretti, mentre la procura di Genova su ordine del pm Fabrizio Givri ha richiesto l'autopsia.

Sulla vicenda si è espresso, via social, anche il vicesindaco di Genova, Pietro Piciocchi: "Questa mattina leggo i giornali e per prima cosa voglio dedicare un pensiero a questo ragazzo di appena 19 anni, Gabriele, trovato ieri mattina ai giardini Govi in stato di incoscienza e portato all'ospedale di Voltri dove purtroppo è deceduto, ucciso, a quanto si legge, da un micidiale cocktail di alcol e droga.
Una tragedia immane che ci provoca tutti, noi amministratori pubblici in primis, che dobbiamo riflettere ed impegnarci di più per fare in modo che la nostra Città sia più accogliente verso questi ragazzi che cercano consolazioni nella droga e nell'alcol dove invece trovano solo morte, solitudine e distruzione.
Un campanello d'allarme molto grave sullo sfascio educativo di oggi dove la nostra generazione è responsabile di non avere trasmesso alla gioventù ideali, freschezza, voglia di vivere, gioia nell'impegnarsi per gli altri, mentre siamo tutti pervasi da una cultura che esalta l'individualismo estremo, la libertà ad ogni costo e sopra tutto, il consumismo e l'edonismo, l'io e le sue voglie come metro di giudizio di ogni situazione, un mondo in cui ti considerano solo per quello che hai e non per quello che sei: questi sono i risultati.
Una giornata davvero molto triste che mi fa riflettere sul fatto che davvero la nostra società ha bisogno di una rigenerazione spirituale e morale senza precedenti dove il tema dei giovani, delle famiglie, dei bambini, dall'educazione deve essere il primo nell'agenda delle priorità.
Ciao Gabriele, perdonaci perché non siamo stati in grado di vedere oppure, chissà, abbiamo visto e ci siamo girati dall'altra parte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

19enne trovato svenuto in strada, morto all’ospedale: ipotesi mix alcol e droga

GenovaToday è in caricamento