Primo incidente sulla pista ciclabile, il sindaco: «Bisogna imparare il Codice della Strada»

Lo scontro si è verificato tra uno scooter e una macchina, ma la polemica sulla sicurezza si infiamma

Per giorni se n’è discusso, e alla fine è successo: nel primo giorno “feriale” di uso della nuova pista ciclabile, si è verificato un incidente. Nessun ciclista coinvolto - una moto che viaggiava sulla corsia delle bici è stata urtata da una macchina - ma quanto accaduto ha rinfocolato la polemica sulla sicurezza di quello che è di fatto un “corridoio d’emergenza” tracciato in corso Italia per consentire e incentivare la mobilità sostenibile. 

«Ho ricevuto moltissimi messaggi di gente molto contenta perché diamo possibilità alle persone di poter andare in giro in città in bici - è stato il commento del sindaco Marco Bucci - ma vanno prese precauzioni, dobbiamo imparare il Codice della Strada, i ciclisti devono rispettare i semafori e gli automobilisti devono rispettare ciclisti». 

Bucci ha sottolineato che corso Italia «non è un posto in cui andare in macchina», puntando i riflettori sulla bellezza della strada che corre lungo il mare: «A Milano stanno facendo la ciclabile in corso Buenos Aires, sicuramente è meno bella della nostra, e chi pensa che non sia la cosa giusta si ricrederà quando vedrà come i genovesi riescono a usare queste cose».

Della sicurezza della pista ciclabile tracciata in pochi giorni, però, si continua a parlare: in consiglio comunale, dove il consigliere Alberto Campanella, presentando un’interrogazione, l’ha definita «un tracciato ad alto rischio per i ciclisti, stretti tra una carreggiata ridotta al minimo e i parcheggi», e anche in Municipio Medio Levante, dove il presidente Francesco Vesco ha manifestato non poche perplessità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davanti alle proteste, il sindaco si è mantenuto ottimista e ha messo le mani avanti: «Non è detto che il percorso resti così, saremo i primi a fare cambiamenti se sarà necessario», ha chiarito, ammettendo che i lavori per il completamento del tratto -  da De Ferrari a corso Marconi a oggi non è ancora stata tracciata alcuna pista - sono stati rallentamenti dal maltempo, ma procederanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accensione riscadamento 2020: a Genova i termosifoni si accendono dal 14 ottobre

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento