Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Marassi, fuochi d’artificio davanti al carcere a sostegno di un anarchico detenuto

Il “blitz” è stato organizzato da un gruppo di anarchici per protestare contro la carcerazione di Francesco Carrieri, 37 anni, savonese ma ormai stabilimenti residente a Genova

Fuochi d’artificio sabato sera a Marassi, non per il match Samp-Juve - come in molti hanno pensato - ma parte di una manifestazione di protesta contro la carcerazione di un anarchico.

Le esplosioni dei fuochi d’artificio sono stati sentite in quattro momenti differenti, e avvistati da diverse zone di Marassi. Parecchi residenti (e spettatori della partita) hanno pensato si trattasse di un’iniziativa legata alla partita, ma in serata è stato chiarito il calcio nulla c’entrava.

Si tratta della seconda manifestazione organizzata dagli anarchici per chiedere la liberazione del 37enne Francesco Carrieri. L’uomo era già finito in carcere a Savona nel 2013, e anche allora era stata organizzata una manifestazione di protesta. Carrieri sta scontando un cumulo di pene definitivo che lo condanna a 4 anni di carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marassi, fuochi d’artificio davanti al carcere a sostegno di un anarchico detenuto

GenovaToday è in caricamento