De Ferrari: due nuovi bagni pubblici nello storico "Diurno"

Parte della struttura, che si sviluppa per 400 metri quadrati sotto la piazza, è stata riqualificata per realizzare i servizi igienici

Ha riaperto martedì (in parte) lo storico “Diurno” di piazza De Ferrari, in cui, dopo i lavori, sono stari ricavati due servizi igienici, uno per uomini e l’altro per donne.

I bagni pubblici saranno aperti, nel mese di settembre, dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 18 e dal venerdì alla domenica dalle 8 alle 21, la tariffa è di 50 centesimi. In aggiunta alla normale pulizia, dopo ogni utilizzo viene effettuata anche la sanificazione nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.

Il Diurno, uno spazio di circa 400 metri quadrati sotto piazza De Ferrari, che offriva un servizio di accoglienza, docce, servizi igienici, era in disuso da tempo. La struttura del sottopasso era stata abbandonata nel degrado e dopo una bonifica era stata sigillata. 

I lavori di ristrutturazione necessari alla riapertura sono stati fatti dal Comune, coordinati dall’assessorato ai Lavori pubblici, per un investimento totale di 30mila euro. Oltre ai due bagni è stato anche realizzato il gabbiotto che ospita il servizio di custodia, e in piazza De Ferrari è stato installato anche un semaforo che si accende di verde e di rosso a segnalare l’apertura e la chiusura dei servizi igienici.

La spesa è stata in parte coperta con gli introiti dell’imposta di soggiorno. Alla manifestazione di interesse del Comune per piazza De Ferrari ha risposto Agci Liguria, l’associazione generale cooperative italiane, attraverso il consorzio di servizi Snafat. Le cooperative che gestiranno i bagni sono Misecoop e la Coop Un’Altra Storia di don Giacomo Martino, che si occupa per conto dell’ufficio diocesano Migrantes dell’ospitalità dei richiedenti protezione internazionale.

La riapertura della struttura di piazza De Ferrari fa parte di un più ampio progetto di rimessa in servizio dei bagni pubblici del centro storico. A breve riapriranno altri tre bagni, all’interno delle stazioni del metrò Brignole, Sarzano e San Giorgio, per i quali sono pervenute otto diverse manifestazioni di interesse: non appena sarà individuato il gestore, indicativamente entro poche settimane, potranno essere riaperti.

Come nel caso di piazza De Ferrari, anche per questi tre bagni il Comune non chiede ai gestori un affitto: la concessione è gratuita, e il Comune è al lavoro per la risistemazione e l’affidamento di ulteriori bagni pubblici del centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

  • Mascherina obbligatoria anche di giorno nel centro storico, Bucci: «Aumenteremo i controlli»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento