Sampierdarena, Certosa, Cornigliano: tutti in cammino per la fiaccolata in ricordo delle vittime del Morandi

Il corteo è partito da tre distinti punti per riunirsi poi nella radura della memoria, dove hanno ricordato le 43 vite spezzate dal crollo

Si è conclusa con una fiaccolata cui hanno partecipato centinaia di persone la giornata in ricordo del secondo anniversario del crollo del ponte Morandi.

Dopo la messa e la celebrazione mattutina, alla presenza delle autorità e del premier Giuseppe Conte, e lo svelamento a Palazzo Tursi della targa dedicata alle 43 vite spezzate, intorno alle 21 tre distinti gruppi sono partiti da Certosa, Cornigliano e Sampierdarena per dirigersi verso la radura della memoria.

Alle fiaccolate hanno partecipato i rappresentanti dell'associazione degli sfollati, del comitato Oltre il ponte c'è e di altri comitati, insieme con i parenti delle vittime. In cammino anche numerosi rappresentanti delle istituzioni, famiglie e molti bambini, tutti con le mascherine nel rispetto delle norme anti covid 19. 

Una volta raggiunta la radura, tra i 43 alberi, sono stati fatti volare in cielo 43 palloncini bianchi ,mentre una cantante ha cantato “Hallelujah” di Leonard Cohen.

«Grazie a tutti per la vostra numerosa partecipazione, grazie per il silenzio, il rispetto mostrato, un momento semplice ma intenso a conclusione di una giornata dolorosa nel ricordo di 43 vite spezzate - è stato il commento del comitato Oltre il Ponte c’è - Abbiamo percorso insieme ai famigliari delle vittime, solo un pezzo di strada, ancora molta dobbiamo farne prima che ottengano giustizia, non lasciamoli soli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

  • Covid-19, Bassetti: «Con questo virus conviveremo per i prossimi anni»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento