Coronavirus, nel Tigullio ordinanza “anti Halloween”

I sindaci di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante firmano un provvedimento finalizzato a evitare assembramenti e vietare il tradizionale “dolcetto o scherzetto”

Niente “dolcetto o scherzetto” per Halloween in questo anno così difficile e duro a causa della pandemia da coronavirus. Almeno non nel Tigullio, dove i sindaci hanno firmato un’ordinanza che vieta di organizzare manifestazioni o feste a tema Halloween.

Lo scopo del provvedimento firmato dai sindaci Marco Di Capua, Gian Alberto Mangiante e Valentina Ghio (rispettivamente Chiavari, Lavagna e Sestri Levante) è ovviamente quello di prevenire situazioni che potrebbero trasformarsi in vettori di contagio: riunirsi in gruppi per bussare alle porte delle case o dei negozi e organizzare feste a tema in casa con bambini e genitori riuniti creerebbe quegli assembramenti tanto temuti che faciliterebbero la propagazione del virus. Non solo tra i bambini, ma anche tra genitori e nonni.

L’ordinanza in vigore dal 31 ottobre al primo novembre nel territorio comunale di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante vieta:

- L’organizzazione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi tipologia riconducibili all’evento festa c.d. di “Halloween”;

- L’organizzazione di festeggiamenti pubblici e privati riconducibili all’evento festa di “Halloween”;

- di accedere, singolarmente o in gruppi, agli esercizi commerciali secondo le usanze c.d. di “Halloween”;

- agli operatori commerciali di mettere a disposizione del pubblico caramelle dolciumi e qualsiasi altra cosa in regalo come d’uso per la festa di “Halloween”.

I sindaci hanno potuto siglare l’ordinanza così come stabilito dal nuovo dpcm, che dà proprio ai primi cittadini la possibilità di adottare provvedimenti più stringenti sui loro territori in caso di necessità. Prima di loro, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, aveva preso posizione nel suo caratteristico modo contro Halloween, annunciando tolleranza zero per una "stupida americanata", un "monumento all'imbecillità", come ha detto lui stesso in un video diventato famoso anche all'estero.

A Genova ancora nulla è stato disposto ufficialmente, ma il sindaco Marco Bucci nei giorni scorsi era stato molto chiaro, tuonando contro chi non rispetta le misure anti contagio e fa assembramenti: «Sono comportanti inaccettabili, e non li tollereremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento