rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Coronavirus

Covid in Liguria: incidenza in aumento, copertura vaccinale sotto la media

La Liguria resta comunque il quarto territorio con il minor numero di casi attivi: 360 ogni 100mila abitanti, peggio solo di Marche, Provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta

"Dai primi giorni di giugno - spiega il direttore generale di Alisa, Filippo Ansaldi - abbiamo osservato un aumento dell'incidenza in tutte e quattro le province liguri e un leggero aumento di nuovi pazienti sars-covid-19 ricoverati. Dal dato della fine di maggio, con circa 15 ingressi al giorno nei nostri ospedali, siamo passati in questa settimana a circa 19 accessi giornalieri: si tratta dunque di un aumento decisamente contenuto".

"Va ricordato che, tra questi, solo per il 40% si tratta di pazienti covid - prosegue Ansaldi -, ovvero ricoverati a causa del virus: per la parte restante parliamo di pazienti ricoverati in elezione o in urgenza per altre patologie, ma risultati positivi allo screening effettuato nel momento dell'accesso in ospedale".

Per quanto riguarda le cause di questa inversione di tendenza "possiamo individuare l'aumento di prevalenza di Omicron5, virus ad elevata contagiosità - conclude Ansaldi - anche se, va detto, gli effetti di questa variante sembrano essere più lievi delle precedenti. Inoltre c'è stato sia un aumento della socialità, legato anche alla fine della scuola, sia un aumento della popolazione della nostra regione, per via degli afflussi turistici: aumentando il denominatore, crescono anche i nuovi casi, il diffondersi del virus e, tendenzialmente, anche i ricoveri negli ospedali".

Anche la Fondazione Gimbe, nel suo ultimo report diffuso giovedì 16 giugno 2022, certifica l'aumento della circolazione del covid in Liguria, come in buona parte dell'Italia. Negli ultimi sette giorni, la crescita dei nuovi casi è stata del 36,3%, più della media nazionale aumentata del 32,1%. L'incremento maggiore è stato registrato nella provincia della Spezia: +54% e 309 nuovi casi ogni 100mila abitanti nell'ultima settimana; segue Genova con un +42% e 260 nuovi casi ogni 100mila; poi Imperia con +20,9% e 188 nuovi casi per 100mila; chiude Savona con +13,9% e 170 nuovi positivi ogni 1000mila abitanti.

La Liguria resta comunque il quarto territorio con il minor numero di casi attivi: 360 ogni 100mila abitanti, peggio solo di Marche, Provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta. Il dato italiano, seppur in calo, si attesta a 1.019 positivi ogni 100mila. Torna sotto la media nazionale l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva: 1,8% contro 2%. Resta, invece, sopra il dato del Paese la pressione sull'area medica: 8,7% contro 6,5%.

Poche variazioni sul fronte dei vaccini: il 25% dei liguri over 80, fragili over 60 e ospiti delle Rsa ha ricevuto la quarta dose, molto meglio del 18,1% della media italiana; lo stesso non si può dire per le persone immunocompromesse, che in Liguria ha ricevuto la quarta iniezione solo nel 26,7% dei casi, contro il 38,2% del dato nazionale.

La Liguria è anche la sesta regione per persone che non hanno ricevuto la terza dose: si tratta del 18,1%, a fronte di una media italiana del 16,8%. Così come sotto il dato nazionale è la copertura vaccinale in chi ha più di cinque anni: nessuna dose per il 12,9% dei liguri contro l'11,9% italiano. Molto il terreno da recuperare nella fascia 5-11 anni: almeno la prima dose è stata somministrata al 29,9% dei liguri, contro il 38,2% degli italiani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Liguria: incidenza in aumento, copertura vaccinale sotto la media

GenovaToday è in caricamento