Domenica, 21 Luglio 2024
Coronavirus

Covid, Toti: "Obiettivo Natale in zona bianca, unica soluzione il vaccino"

Il presidente della Regione: "La situazione, negli ospedali, è ben diversa da quella di un anno fa, quando i ricoverati erano 1510, di cui 117 in terapia intensiva. Oggi abbiamo 120 ricoverati totali di cui 12 in terapia intensiva"

Obiettivo Natale in zona bianca. Il presidente della Regione Giovanni Toti ha fatto il punto sulla situazione della pandemia covid in Liguria affrontando una delle tematiche più calde degli ultimi giorni con un incremento dei casi a livello nazionale. 

"Il nostro obiettivo è quello di avere un Natale in zona bianca in Liguria - spiega Toti - e proiezioni e numeri dicono che questo è possibile, deve essere possibile per tornare a vivere appieno un periodo così importante per le nostre famiglie e le nostre tradizioni, ma che rappresenta anche un momento di grande rilievo per l’economia e il turismo della nostra regione: non è tollerabile pensare di tornare a chiudere, soprattutto perché la soluzione è a disposizione di tutti, e si chiama vaccino".

"Certamente è necessario fare attenzione ed essere prudenti - sottolinea il governatore - visto l’aumento della circolazione del virus, e soprattutto proseguire senza indugio nella campagna vaccinale, che oggi ci consente di avere una situazione, negli ospedali, ben diversa da quella di un anno fa, quando i ricoverati erano 1510, di cui 117 in terapia intensiva. Oggi i numeri sono ben diversi, con 120 ricoverati totali di cui 12 in terapia intensiva: abbiamo ancora un margine importante per poter gestire la situazione, ma è necessario proseguire su questa strada che ci sta permettendo permette di ripartire e di essere tornati alla vita dopo quasi due anni di pandemia".

A oggi la copertura con almeno una dose in Liguria è dell’85,3%, e le prime dosi somministrate dal 4 ottobre al 14 novembre sono state 42.039: "Il mio appello - conclude Toti - è a tutti coloro che non hanno ancora ricevuto la prima dose: aderire alla campagna vaccinale è l’unico modo per tornare definitivamente alla normalità e sconfiggere questo virus. Nel mentre proseguiamo con le somministrazioni delle dosi booster: proprio per ricordare agli over 60 la necessità di riceverla andiamo avanti con l’invio degli sms a tutti coloro che hanno completato il ciclo e non abbiamo già ricevuto o prenotato la terza dose, inviandone nel complesso circa 160.000, di cui 80.000 entro la serata di oggi. Le prenotazioni per le terze dosi sono nel complesso 157.007".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Toti: "Obiettivo Natale in zona bianca, unica soluzione il vaccino"
GenovaToday è in caricamento