Lunedì, 20 Settembre 2021
Coronavirus

Maturità 2021, Azzolina: «Non sarà un esame 'light'»

Probabile che anche nel 2021 non ci sarà prova scritta, ma solo un orale di circa un'ora. Tornano le bocciature e la possibilità di non essere ammessi

Il ministro Azzolina a Genova

La maturità del 2021 sarà un esame serio e non light, anche se ancora non è stata decisa la modalità di svolgimento. Lo ha spiegato la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, a margine di una visita alla scuola superiore Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli (Firenze).

Come sarà l'esame di maturità 2021 si dovrebbe sapere con certezza ai primi di febbraio. Per ora l'ipotesi sul tavolo è quella di non replicare la modalità dello scorso anno, ovvero ripristinare le bocciature e la possibilità di non essere ammessi alla prova, nel caso di un giudizio complessivo insufficiente.

«Al ministero dell'Istruzione per il momento non abbiamo preso alcuna decisione, al di là di quello che riportano i giornali», ha puntualizzato la ministra. «Nei prossimi giorni - ha aggiunto Azzolina - vedremo come sarà fatto l'esame. Ci sono delle interlocuzioni in corso, stiamo sentendo tutti: le consulte degli studenti, le famiglie, i sindacati e le associazioni dei docenti. Metteremo insieme tutto quello che pensano e poi nel giro di pochi giorni diremo come si farà l'esame».

Azzolina ha sottolineato che Il termine 'Maturità light' coniato per le modalità d'esame di Stato, «non mi piace come definizione e non mi appartiene», e che «sarà sicuramente un esame serio, che deve tener conto ovviamente dell'anno scolastico che i nostri studenti e le nostre studentesse stanno affrontando, e deve essere soprattutto un esame per cui la decisione venga condivisa con tutti».

Quello che appare più che probabile è che anche nel 2021 non ci sarà prova scritta, ma solo un orale di circa un'ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2021, Azzolina: «Non sarà un esame 'light'»

GenovaToday è in caricamento