Coronavirus, anche a Genova controlli con i droni contro gli assembramenti

Dopo la diffusione della nota con cui Enac autorizza l'utilizzo dei velivoli radiocomandati a pilotaggio remoto, il sindaco Bucci conferma l'intenzione di usarli. A Rapallo già partito l'esperimento

Anche il Comune di Genova utilizzerà i droni per monitorare il territorio cittadino e verificare che non si creino assembramenti. La conferma è arrivata dal sindaco Marco Bucci, a poche ore dalla nota con cui Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) ha autorizzato l’uso dei piccoli velivoli a pilotaggio remoto per monitorare gli spostamenti. 

«I droni servono, e questo ne è un esempio - ha confermato il sindaco Bucci - tutta la parte del ponte è stata controllata di droni, noi abbiamo contatti con parecchie aziende e società specializzate, e siamo pronti a usarli non appena possibile». Anche in altri Comuni liguri la sperimentazione del monitoraggio con i droni sta partendo o è partita: è il caso di Rapallo, dove il sindaco Carlo Bagnasco, martedì mattina, ha osservato proprio un drone sollevarsi sopra il lungomare e iniziare a monitorare le vie della cittadina.

Nella nota diffusa ai vari Ministeri, allo Stato Maggiore dell’Aeronautica, ai comandi delle polizia Locali e all’Anci, Enac spiega che sino al 3 aprile, "le operazioni condotte con sistemi aeromobili a pilotaggio remoto con mezzi aerei di massa operativa al decollo inferiore a 25 kg, nella disponibilità dei Comandi di Polizia locale ed impiegati per le attività di monitoraggio, potranno essere condotte in deroga ai requisiti di registrazione e di identificazione".

Il documento autorizza inoltre i controlli "anche su aree urbane dove vi è scarsa popolazione esposta al rischio di impatto”, dove "non sarà altresì necessario il rilascio di autorizzazione" da parte di Enac e "non sarà richiesta la rispondenza delle operazioni agli scenari standard". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre fino al 3 aprile 2020, "si autorizzano tutti gli Enti di Stato di cui all'articolo 744 del Codice della Navigazione e delle Polizie locali dei Comuni italiani, ad operare con propri Apr se impiegati nell'ambito delle condizioni emergenziali dovute all'epidemia Covid-19", nelle aree che guardano sugli aeroporti civili e "identificate come 'aree rosse', ad una quota massima di 15 metri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento