Attualità Arenzano

A10 in tilt nella notte: due ore in coda sull'Aurelia. Benveduti: "Sequestri di persona intollerabili"

Alla testimonianza di molti cittadini si unisce la voce dell'assessore allo Sviluppo economico di Regione Liguria: "Lampante incapacità di Aspi e del Ministero dei Trasporti, oggi Mims, nel gestire i cantieri in Liguria"

Uscita obbligatoria ad Arenzano questa notte in A10 per chi proveniva da Ventimiglia e più di due ore in coda sull'Aurelia. È la testimonianza di molti cittadini partiti da Arenzano prima di mezzanotte e arrivati a casa dopo le 2 di notte.

Non solo, in tilt anche il tratto autostradale tra Celle Ligure e Arenzano, disagio che ha fatto anche sbottare l'assessore allo Sviluppo economico di Regione Liguria, Andrea Benveduti: "Intrappolati in autostrada, per più di 4 ore, per colpa della ormai lampante incapacità di Aspi e del Ministero dei Trasporti, oggi Mims, nel gestire i cantieri in Liguria", commenta l'assessore testimone diretto dei disagi vissuti da altre migliaia di automobilisti sulla A10 nella notte tra venerdì 30 luglio e sabato 31.

"Questo è ormai un 'sequestro di persona' vero e proprio - ha comunicato in una nota l'assessore - un continuo sequestro di vita e di lavoro. Che il ministro intervenga finalmente per mettere ordine, è intollerabile vessare in questo modo da anni cittadini e lavoratori, anche se l'impressione è sempre più quella di essere sudditi. Scriveremo l’ennesima lettera al ministro. Sarà inutile anche questa volta? La Liguria non dimenticherà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A10 in tilt nella notte: due ore in coda sull'Aurelia. Benveduti: "Sequestri di persona intollerabili"

GenovaToday è in caricamento