rotate-mobile
Sampdoria

Sampdoria, Rossi: «Montella ha una sensibilità calcistica elevata»

L'aeroplanino torna a Genova da avversario sulla panchina della Fiorentina. Delio Rossi elogia il collega e la sua ex squadra ma chiede alla Sampdoria la partita perfetta per conquistare tre punti e chiudere la pratica salvezza

Genova - «Domenica servirà la miglior Sampdoria contro una formazione in salute. Sarà una partita importante per noi contro una squadra che si gioca la Champions». Delio Rossi mira al bottino pieno contro la Fiorentina (clicca qui per le ultime notizie sulle formazioni), quei tre punti che significherebbero salvezza in anticipo, tre punti «che possono valere il futuro».

 

Ma la gara con la Fiorentina è soprattutto la sfida ad un passato recente ricco di episodi. Come lo scontro con Liajic. «È successo quel che è successo - ha detto Rossi - ma questo non inficia i rapporti buoni che ho con l'ambiente. Al di là dell'epilogo serbo un bellissimo ricordo. Se saluterò Liajic? Saluterò tutti, perché non dovrei farlo? Ma vorrei ribadire che per me è un'episodio che si è chiuso al 90' di quella partita, ho chiesto scusa a tutti e anche al ragazzo e per me è finita lì. Domenica io sarò avversario della Fiorentina, ma non sarò un nemico».

Una Fiorentina che sotto la gestione Montella è tornata ad alti livelli. «Montella sta facendo bene a Firenze così come aveva già fatto bene a Catania. È stato un grande giocatore - ha sottolineato Rossi - e ha una sensibilità calcistica elevata e questo traspare nel suo lavoro. Ci sono degli allenatori che hanno il 'guizzo' altri no e mi sembra che lui l'abbia. Ha anche qualcosina in più rispetto agli altri» (Ansa).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria, Rossi: «Montella ha una sensibilità calcistica elevata»

GenovaToday è in caricamento