Giovedì, 5 Agosto 2021
Salute

Influenza, scatta il piano di Alisa: 90 posti letto in più e ambulatori aperti nel weekend

I letti aggiuntivi sono suddivisi per ospedale sulla base delle necessità. Potenziati anche la guardia e i percorsi "fast track"

L’influenza quest’anno promette di picchiare duro, e anche a Genova ci si prepara a eventuali picchi di accessi a ospedali e pronto soccorso per le feste natalizie. Alisa, in collaborazione con il Diar (Dipartimento Interaziendale Emergenze del San Martino) e alle aziende ospedaliere liguri ha messo quindi a punto, come ogni anno, un piano per gestire il sovraffollamento, prevedendo anche alcune novità.

Quella principale riguarda i posti letto: 90 quelli aggiuntivi, 50 destinati al San Martino, 20 per il Villa Scassi e 20 per il Galliera. All’aumento dei posti letto si aggiunge la disponibilità programmata di posti letto dedicati a pazienti in arrivo dal pronto soccorso, l’incremento dei cosiddetti “fast track”, triage che prevedono di inviare il paziente direttamente al medico specialista se la diagnosi è chiara, e il potenziamento del personale sanitario.

A partire da sabato 14 dicembre è attivo infatti il nuovo servizio di Asl 3 che consente ai cittadini di avere assistenza immediata senza dover necessariamente passare dal pronto soccorso: si tratta di due ambulatori aperti nei giorni di festa e nel weekend, uno a Recco, nell’ex ospedale Sant’Antonio, e uno a Genova, nel Palazzo della Salute della Fiumara.

«Sono una serie di misure che ricalcano quelle già messe in pratica negli anni scorsi, con qualche novità - ha confermato Walter Locatelli, commissario di Alisa - Abbiamo ottenuto uno stanziamento di 3,5 milioni di euro per sbloccare 90 posti letto che possano garantire un deflusso ordinato dagli ospedali, e che verranno riservati soprattutto alle persone più fragili. Abbiamo quindi arrivato una serie di provvedimenti con i medici di famiglia, con l’apertura di ambulatori al sabato e nei festivi, misure specifiche di Asl 3 che ha aperto tre nuovi punti di continuità assistenziale e medicina specialista per i pazienti che potrebbero averne bisogno, e misure organizzative che riguardano il personale e la gestione dei posti letti. Confidiamo che siano misure sufficienti per contenere i disagi ai cittadini, cui facciamo un appello: i primi attori della nostra salute siamo noi stessi, utilizziamo i medici di famiglia e la guardia medica, potenziata, anche per evitarci disagi e lunghe attese».

Lo stesso appello è arrivato da Angelo Grattarola, dirigente e responsabile del Diar: «Quest’anno l’epidemia influenzale è stata identificata come più perniciosa rispetto agli altri anni - conferma -  anche se oggi non abbiamo ancora visto nulla, e quindi tutti gli ospedali si stanno attrezzando per far fronte a un flusso maggiore di pazienti, visto che il periodo invernale è comunque sempre critico, la popolazione ligure è anziana e necessita del pronto soccorso più di altre».

«È importante ricordare, però - conclude Grattarola - che a prescindete dai provvedimenti, se il paziente ha una patologia di lieve entità può e deve rivolgersi in primis al medico di famiglia, che conosce tutta la sua storia clinica. Se fosse un festivo, c’è la guardia medica: al pronto soccorso è consigliato venire solo quando le condizioni sono veramente critiche, solo così possiamo mantenere un sistema fluido e consentire la presa in carico di pazienti davvero gravi».

Picco influenza, tutte le misure predisposte dalle aziende sanitarie e ospedaliere

POSTI LETTO

·         Asl 1: aumento dei posti letto in diverse discipline in modo incrementale (ospedali di Imperia e Sanremo).

·         Asl 2: aumento fino a 25 posti letto all’Ospedale Savona. Possibile incremento fino a 15 posti letto dedicati per Albenga e Pietra Ligure.

·         Asl 3: apertura di 10 posti letto a Villa Scassi.

·         Asl 4: apertura 3 posti letto a Lavagna, 4 a Rapallo, 4 a Sestri Levante, conversione di posti letto da day hospital in ordinario.

·         Asl 5: trasformazione progressiva fino a 14 posti letto del reparto Multi specialistica a Sarzana; 11 posti letto ulteriori in neurologia a media intensità (in caso di necessità).

·         Evangelico: conversione degenze diurne in degenze ordinarie (ove possibile).

·         Galliera: 14 posti letto aggiuntivi.

·         Gaslini: 10 posti letto di area medica e 2 ulteriori di osservazione breve.

·         Policlinico San Martino: progressivo utilizzo di letti tecnici di area medica e di 5 posti letto in urologia e 2 posti letto in ORL, 5 posti letto tecnici al padiglione 12 più eventuali 5 posti letto, 18 in area chirurgica, 8 al padiglione 10 e 4 in Obi, 10 in Pronto soccorso al 1° piano.

PERCORSI BREVI (Fast track)

Elenco dei percorsi brevi attivi per bassa intensità/priorità (codici bianchi e verdi):

Asl 1

·         Sanremo: percorso ostetrico/ginecologico (h 24), percorso pediatrico (h 24), percorso “facilitato” per ORL

·         Imperia: percorso ostetrico/ginecologico (h 24), percorso pediatrico (h 24).

Asl 2

·         Ospedale San Paolo di Savona: percorso ortopedico per trauma minore (8-20), percorso pediatrico e attivo PS ostetrico/ginecologico;

·         Ospedale S. Maria di Misericordia di Albenga: percorso oculistico e percorso ORL;

·         Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure: percorso ortopedico per traumi minori (PS ortopedico h24), percorso pediatrico e attivo PS ostetrico/ginecologico.

Asl 3

·         Villa Scassi: percorso Ortopedia (7su7, 8-19); Otorinolaringoiatria (feriali, 8-13); Oculistica (feriali, 8-13); Dermatologia (martedì, mercoledì e giovedì, 8-12); Ginecologia (7su7, h24); Urologia (7su7, 8-18), Pediatria (7su7, h24).

·         Ospedale Micone: percorso Otorinolaringoiatria (feriali e prefestivi, 8-19, festivi 8-12); Oculistica (feriali e prefestivi, 8-19, festivi 8-12).

Asl 4

·         Ospedale di Lavagna: percorso ortopedico (8-20 tutti i giorni), pediatrico (h24 tutti i giorni) e ostetrico-ginecologico (h24 tutti i giorni);

·         Ospedale di Rapallo: percorso oculistico (da lunedì a venerdì, dalle 8 alle 13).

Asl 5: Ospedale Sant’Andrea: percorso pediatrico, percorso ostetrico (h24 tutti i giorni), in fase di completamento percorso urologico (coinvolgerà anche l’Ospedale di Sarzana).

Evangelico Internazionale: percorso ortopedico per piccola traumatologia, dal lunedì al venerdì dalle 07 alle ore 18.

Galliera: Odontostomatologia - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.30, Ostetrico - h24, ORL- dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 15, Oculistica - dal lunedì al venerdì dalle 8 alle alle 15, dermatologia - dal lunedì al sabato dalle 8 alle 15, Neonatologia- h.24, Psicologia-  dal lunedì al venerdì h.12.

Policlinico San Martino: percorso ortopedico, oculistico, ORL, odontoiatrico ed è in fase di attivazione del percorso dermatologico (dal 20/12). Attivo PS Ostetrico/ginecologico.

Istituto G. Gaslini: percorso ortopedico per trauma minore (polso – mano, caviglia – piede).

 

POTENZIAMENTO DELLA CONTINUITÀ ASSISTENZIALE E ATTIVAZIONE AMBULATORI SPECIALISTICI

Asl 1: potenziamento della guardia medica e apertura straordinaria degli studi MMG.

Asl 2: potenziamento della guardia medica e apertura straordinaria degli studi MMG.

Asl 3: apertura ambulatorio continuità assistenziale e progetto GIAF (gestione influenza anziani fragili) e potenziamento ambulatorio codici bianchi.

·         Ambulatorio Medico del Fine settimana Valpolcevera: presso Croce Rosa Rivarolese - via Croce Rosa 2 - Info tel. 010 749 22 47 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00).

·         Ambulatorio Medico del Fine Settimana Sampierdarena: presso Palazzo della Salute Fiumara -  via Operai 80 primo piano stanza 46 - Info Urp Fiumara (dal Lunedì al Venerdì ore 8.30-14) tel. 010 849 7054 / 7066.

·         Ambulatorio Medico del Fine Settimana Recco: presso Poliambulatorio - via Bianchi 1 (ex Ospedale S. Antonio) piano terra stanza 19 (ingresso laterale sede servizio emergenza 112) - Info Distretto (dal Lunedì al Venerdì ore 8-13) tel. 010 849 4463 / 4493.

Il servizio - gratuito, in accesso diretto e senza impegnativa - è disponibile il sabato, la domenica, nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 8 alle ore 20.

Le nuove realtà, Fiumara e Recco, saranno aperte in via sperimentale fino al 30 aprile 2020; mentre per la Valpocevera, che ha già avuto un riscontro positivo in termini di utenza e frequentazione, fino al 30 settembre del 2020.

Asl 4: valutazione della calendarizzazione delle dimissioni prefestivi/festivi con coinvolgimento della continuità assistenziale.

Asl 5: potenziamento della continuità assistenziale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza, scatta il piano di Alisa: 90 posti letto in più e ambulatori aperti nel weekend

GenovaToday è in caricamento