menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazioni ferroviarie abbandonate, ora si possono adottare

L'iniziativa di Ferrovie dello Stato consente a enti e associazioni di utilizzare gratuitamente le strutture impresenziate per trasformarle in centri culturali e sociali

“Adottare” una stazione ferroviaria abbandonata e trasformarla in un centro culturale: è uno dei progetti messo a punto da Ferrovie dello Stato in collaborazione con Legambiente, Associazione Italiana Turismo Responsabile, CSVnet e Lega Coop Sociali nell’ambito del piano per la riqualificazione delle vecchie stazioni e delle ferrovie dismesse, che consente di recuperare spazi sino a oggi rimasti completamente inutilizzati e contemporaneamente ottenere una ricaduta positiva sul territorio attraverso iniziative sociali.

Al progetto possono aderire imprenditori, associazioni ed enti locali, che attraverso un contratto di comodato d’uso gratuito possono trasformare le piccole stazioni sino a oggi abbandonate al degrado e ai tanti episodi vandalici in nuovi punti di riferimento per il territorio, promuovendoli con attività culturali, turistiche e di volontariato: è quanto è già successo, per esempio, alla stazione di Cornigliano, diventata la sede di un Onlus che assiste persone senza fissa dimora.

L’unica condizione richiesta da Ferrovie dello Stato è che i nuovi inquilini si occupino autonomamente dell’eventuale riqualificazione della struttura, della pulizia e della manutenzione ordinaria e straordinaria, indicandone le modalità in un progetto che dev’essere debitamente compilato e sottoposto alle Direzioni Territoriali competenti: "E' indispensabile controllare a fondo i progetti per verificare che chi avrà in comodato lo spazio abbia tutti i requisiti necessari. In passato è capitato di assegnare una stazione ad associazioni che non si sono rivelate in grado di gestirla, così per 5 anni (la durata minima del comodato, ndr) la struttura è rimasta praticamente inutilizzata e ugualmente abbandonata a se stessa", fanno sapere dalla Direzione Territoriale della Liguria.

A oggi, le stazioni abbandonate e impresenziate sulla rete ferroviaria italiana sono 1.700, 480 delle quali sono già state assegnate. In Liguria quelle funzionanti a pieno regime sono 106, contro le 40 non più in funzione sparse sulle linee Genova-Milano e Genova-Pisa. Al momento, soltanto 23 sono state assegnate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Begato, è iniziata la demolizione della diga

  • Coronavirus

    Chiavari, aperto il nuovo hub da 1.600 vaccini al giorno

  • Coronavirus

    Coronavirus, 202 nuovi casi e altri sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento