Crociere, Costa riparte (gradualmente) dal 6 settembre

Dopo Msc, anche la compagnia del comignolo giallo annuncia la ripartenza dopo il lockdown; prima nave a salpare, la Costa Deliziosa da Trieste. Il 19 toccherà alla Costa Diadema da Genova

Anche Costa Crociere è pronta a ripartire: dopo Msc, la compagnia genovese ha annunciato la ripresa dei viaggi a partire dal 6 settembre, nel rispetto di un nuovo protocollo di sicurezza messo a punto per rispettare le norme anti-contagio da coronavirus.

La prima nave a ripartire sarà la Costa Deliziosa, il 6 settembre da Trieste, per in viaggio verso la Grecia proposto ogni settimana. Il 19 settembre salperà la Costa Diadema, per crociere da 7 giorni da Genova nel Mediterraneo occidentale, tra Italia e Malta. Queste saranno le uniche crociere di settembre, proprio per implementare i protocolli di sicurezza a bordo. La prima nave a ripartire, in Italia, sarà invece la Msc Magnifica, che il 16 agosto salperà da Genova direzione Civitavecchia.

«Dall'entrata in vigore del nuovo decreto del Governo italiano, Costa Crociere sta lavorando con le autorità di bandiera nazionali e le destinazioni per garantire un'applicazione responsabile, agevole e ben organizzata delle nuove normative e protocolli, in stretta collaborazione con le istituzioni locali, le autorità sanitarie, le Capitanerie di Porto, le autorità di sistema portuale, i terminal e il Rina - spiega Costa - Per consentire la progressiva implementazione dei nuovi protocolli a bordo e a terra, la compagnia è inoltre costretta a prolungare fino al 30 settembre 2020 la pausa per tutte le altre sue crociere, a eccezione delle suddette partenze di Costa Deliziosa (6, 13, 20, 27 settembre) e Costa Diadema (19 settembre). Costa sta informando gli ospiti e gli agenti di viaggio interessati, ai quali garantirà una riprotezione secondo quanto stabilito dalla normativa applicabile».

Costa Crociere ha inoltre messo a punto per la propria flotta il Costa Safety Protocol, un protocollo che contiene nuove procedure operative adeguate alle esigenze di risposta alla situazione Covid-19.  Le procedure sono state studiate con il supporto scientifico di esperti indipendenti in Sanità Pubblica coordinati da Value in Health Technology e Academy for Leadership and Innovation, spin-off dell'Università Cattolica di Roma, e sono conformi ai protocolli sanitari definiti dalle autorità italiane ed europee (EU Healthy Gateways).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • Covid, morto lo psichiatra Gian Luigi Rocco. Il figlio: «Mio padre non c’è più, ma là fuori c’è chi si lamenta perché farà il Natale da solo»

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento