Cronaca

Valpolcevera, deve partorire ma il traffico è congestionato: chiama il 112

È successo a monte della zona rossa: «Ha fatto bene ad aver chiamato i soccorsi attraverso il 112» ha commentato il vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale

Attimi di tensione (ma per fortuna il lieto fine non è mancato), oggi, in Valpolcevera, quando una donna incinta, all'interno del suo appartamento, ha iniziato a sentire le prime contrazioni. Decide di andare in ospedale, ma il traffico è congestionato e muoversi è quasi impossibile.

Che fare? La donna ha telefonato al 112, numero unico per le emergenze, ed entro pochi minuti fortunatamente è arrivata l'ambulanza che l'ha trasportata velocemente all'ospedale Villa Scassi, dove ha dato alla luce una bambina.

«Il primo pensiero va alla famiglia, a cui rivolgo le mie congratulazioni per il lieto evento - afferma la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale - e al direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia del Villa Scassi, Gabriele Vallerino. Alla mamma in particolare rivolgo il mio plauso per aver chiamato i soccorsi attraverso il 112: questo è il comportamento corretto in caso di emergenza sanitaria. Quanto accaduto, con l’intervento tempestivo dell’ambulanza e il trasporto in ospedale in tempi rapidi nonostante i disagi al traffico a monte della zona rossa - sottolinea l'assessore Viale - testimonia l’efficacia delle misure che abbiamo messo in campo per le emergenze sanitarie in Valpolcevera, a monte della zona rossa. A questo è finalizzata anche la nuova automedica che da lunedì scorso è posizionata presso l’Ansaldo e che si aggiunge alle automediche già presenti presso l’ex ospedale Pastorino e presso l’ex ospedale Frugone di Busalla».

«In caso di emergenza – conclude - è indispensabile chiamare l’112 che provvederà al trasporto negli ospedali attrezzati per salvare vite».

Vallerino aggiunge: «La bimba è nata alle 9.45, sia lei che la mamma stanno benissimo. Nonostante il crollo del ponte e tutto quello che ne è conseguito, il sistema dell’emergenza ha funzionato perfettamente: le nostre mamme non corrono alcun pericolo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valpolcevera, deve partorire ma il traffico è congestionato: chiama il 112

GenovaToday è in caricamento