Cronaca Sturla / Via Isonzo

Tengono la figlia di un anno sotto la pioggia per chiedere l'elemosina

La coppia, due giovani di 22 e 26 anni e il minore, una bimba di 14 mesi, sono stati condotti in questura e rifocillati. Al termine degli atti i genitori sono stati denunciati per il reato di impiego di minori nell'accattonaggio

Ieri mattina, personale del commissariato Foce-Sturla ha coordinato un servizio straordinario di controllo del territorio di competenza, avvalendosi di 4 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine. L'attività, svolta sia attraverso il pattugliamento dinamico che con posti di controllo fissi, è stata finalizzata principalmente alla prevenzione dei reati contro il patrimonio nelle zone di Albaro, Sturla, Borgoratti e San Desiderio e si è conclusa con l'identificazione di 21 persone e il controllo di 10 veicoli.

Durante il servizio una delle pattuglie, transitando in via Isonzo, ha notato una giovane coppia che chiedeva l'elemosina nei pressi di un supermercato, in presenza di un minore in tenera età, a dispetto di una giornata dalle condizioni meteorologiche rese particolarmente avverse da pioggia, vento forte e freddo.

Gli agenti sono immediatamente intervenuti per interrompere tale comportamento, suscitando l'approvazione dei clienti dell'esercizio commerciale. La coppia, due giovani di 22 e 26 anni e il minore, una bimba di 14 mesi, sono stati condotti in questura e rifocillati.

Al termine degli atti i genitori sono stati denunciati per il reato di impiego di minori nell'accattonaggio. Madre e figlia, attraverso i servizi sociali del Comune, sono state collocate in un'idonea struttura di accoglienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tengono la figlia di un anno sotto la pioggia per chiedere l'elemosina

GenovaToday è in caricamento