rotate-mobile
Cronaca

Verifiche su 65 treni con smartphone per il controllo dei documenti

La polizia ferroviaria ha controllata 386 persone in Liguria, anche grazie agli apparecchi elettronici in dotazione, per verificare la presenza di eventuali migranti irregolari

Dalla collaborazione tra le polizie ferroviarie europee attraverso l'organismo internazionale 'Railpol', che ha promosso e organizzato le attività in tutti i Paesi aderenti all'iniziativa, è nata un'azione comune, volta a contrastare i fenomeni criminosi maggiormente diffusi nell'ambiente ferroviario, con particolare riguardo all'individuazione di migranti irregolari a bordo dei treni merci transfrontalieri utilizzati per raggiungere clandestinamente l'Europa-

Le principali stazioni ferroviarie liguri sono state teatro dei controlli straordinari: le operazioni, svolte dal personale della polizia ferroviaria del compartimento Polfer Liguria, hanno coinvolto ben 29 stazioni liguri e hanno visto impegnati 96 operatori della specialità.

Nel corso dell'attività sono state controllate 386 persone e 65 convogli e rintracciata una persona irregolare con le norme del soggiorno. Le attività sono state ottimizzate grazie all'utilizzo degli smartphone in dotazione alle pattuglie per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verifiche su 65 treni con smartphone per il controllo dei documenti

GenovaToday è in caricamento