Violenta rissa a Sestri Levante, quattro denunce

I fatti risalgono allo scorso 8 maggio, qualche giorno dopo l'inizio della cosiddetta 'fase 2' dopo il lockdown

I carabinieri della stazione di Sestri Levante, questa settimana, al termine di una minuziosa attività di indagine, hanno denunciato alla procura della Repubblica due cittadini marocchini, un italiano di origine marocchina e un albanese per il reato di rissa aggravata dal fatto che una delle persone coinvolte, in conseguenza dei colpi sferrati, ha riportato delle lesioni personali.

I fatti risalgono allo scorso 8 maggio, qualche giorno dopo l'inizio della cosiddetta 'fase 2' dopo il lockdown disposto per contenere la pandemia. I militari, da una denuncia sporta da un uomo di origine albanese della zona, sono venuti a conoscenza di una presunta aggressione avvenuta, appunto, l'8 maggio scorso verso le ore 20 nei pressi del quartiere Lavagnina di Sestri Levante.

La presunta vittima ha descritto un assalto prima verbale, fatto di minacce, e quindi fisico, concretizzatosi in violente percosse. L'attacco, apparentemente casuale e immotivato, sarebbe stato messo in atto da parte di tre ragazzi di origine nord africana, anch'essi del posto, conosciuti solo di vista. A seguito delle percosse patite l'albanese ha riportato un trauma alla mano e al collo che sono stati curati presso il pronto soccorso di Lavagna con una prognosi di 10 giorni.

Gli uomini dell'Arma hanno avviato le indagini per ricostruire l'accaduto. Si sono recati sul posto, teatro dell'aggressione e hanno individuato le telecamere dell'impianto di videosorveglianza comunale, utili per capire cosa fosse successo e, dopo aver acquisito le immagini, ne hanno analizzato la sequenza. Ed è stato proprio grazie alla visione delle immagini che è emersa una realtà diversa da quella raccontata dal denunciante. L'aggressione non è sembrata affatto a senso unico. I contatti sono stati provocati da entrambi le parti, lo scambio dei colpi è stato reciproco. Una particolarità: quando l'alterco è parso concluso, ecco che uno dei nordafricani ha raccolto delle pietre per terra e le ha scagliate contro l'avversario che si è allontanato sottraendosi all'impatto.

I carabinieri, grazie alle immagini, hanno potuto dare un nome e un cognome a tutte le persone coinvolte e hanno ravvisato a loro carico il reato di rissa aggravata, denunciando tutti all'autorità giudiziaria. Resta da chiarire il movente dell'aggressione, ancora sconosciuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento