Cronaca Sampierdarena / Piazza Luigi Settembrini

Sampierdarena, entro dicembre piazza Settembrini chiusa dalla cancellata

Dopo le proteste dei residenti legate ai numerosi episodi di violenza, spaccio e degrado, il Comune conferma: avanti tutta con la chiusura notturna

Entro i primi di dicembre piazza Settembrini, a Sampierdarena, sarà dotata dei cancelli per la chiusura notturna. La conferma è arrivata dall'assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Piciocchi, che ha anche svelato l'investimento totale per l'intervento, circa 40mila euro.

«I lavori procedono, in questi giorni sono in corso i scavi per i plinti di fondazione - ha spiegato Piciocchi - Contiamo di chiudere entro 30 giorni l'intervento». A chiedere chiarimenti sull'andamento dei lavori è stato Davide Rossi, consigliere comunale della Lega, tra i principali promotori dell'iniziativa. L'idea della cancellata era stata avanzata per prevenire gli episodi di spaccio, degrado e violenza che spesso si verificano in piazza Settembrini sino a tarda notte, da tempo denunciata dai residenti.

Non tutto il quartiere, però, è d'accordo con l'iniziativa: in molti hanno puntato il dito contro una soluzione definita, più che un intervento costruttivo, una resa da parte dell'amministrazione. A dare voce al dissenso sono stati in particolare i consiglieri municipali pentastellati del Municipio Centro Ovest: «Pur capendo il disagio dei cittadini,  mettere i cancelli è una resa delle istituzioni e di questa amministrazione, l’ammissione di non saper gestire il problema e far rispettare le regole - aveva detto Michele Colnaghi, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Municipio - Ci sono due telecamere a sorvegliare la piazza e basterebbe un presidio fisso se necessario, i cancelli servono sono a spostare il problema pochi metri più in là, magari in un'altra piazza»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena, entro dicembre piazza Settembrini chiusa dalla cancellata

GenovaToday è in caricamento