menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Difende ragazza da dieci stupratori, tolta la pistola a metronotte bugiardo

La squadra mobile ha denunciato Nicola Gatti, cinquantenne genovese, per simulazione di reato aggravata e continuata. L'uomo si è recato all'ospedale San Martino dopo una caduta in moto e ha raccontato di essere stato ferito, sventando uno stupro

A conclusione di rapida attività di indagine conseguente alla pubblicazione, in data 22 settembre su un quotidiano locale, dell'articolo intitolato 'Bodyguard salva ragazza dal branco. Battaglia nei vicoli contro dieci persone. La gente passava e non diceva nulla', la squadra mobile ha denunciato Nicola Gatti, nato a Genova nel 1964, per simulazione di reato aggravata e continuata.

La guardia particolare giurata ha denunciato falsamente, dapprima a personale della Polizia di Stato in servizio presso l'ospedale San Martino di Genova, ove la sera del 18 settembre scorso si è recato per farsi medicare lesioni poi giudicate guaribili in 30 giorni, nonché successivamente a personale della Squadra Mobile, di essere stato aggredito da circa dieci giovani, sia italiani che dell'est Europa, nei cui confronti era intervenuto per evitare un violento tentativo di stupro ai danni di una ragazza nei vicoli del centro storico cittadino.

Si è accertato invece che le lesioni sono state causate da un incidente in moto.

All'uomo è stata inoltre ritirata, ex art.39 TULPS, una pistola semiautomatica calibro 9 marca Glok, dallo stesso regolarmente detenuta, poiché dagli elementi raccolti è venuto meno il requisito di affidabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento