Demolizione Morandi, Bucci: «Taglio del ponte tra il 6 e l'8 febbraio»

Questa la nuova scadenza del sindaco-commissario: dopo i lavori propedeutici, l'alleggerimento del moncone e le prove di carico, le ditte dovrebbero iniziare a tagliare la campata nella prima settimana di febbraio

Slitta di qualche settimana la data per il primo, vero taglio della campata del troncone ovest di ponte Morandi, che il sindaco-commissario Marco Bucci aveva fissato per la metà di gennaio: stando a quanto dichiarato dal primo cittadino, la cordata di aziende che si è aggiudicata i lavori di demolizione dovrebbero iniziare a sezionare il troncone nella prima settimana di febbraio.

«Siamo pronti a tirare giù il moncone e il primo pezzo dovrebbe scendere tra il 6 e il 8 febbraio, anche se dobbiamo ancora vedere con precisione quando sarà», ha detto Bucci, sottolineando che «stiamo facendo un lavoro che non è preparatorio, ma è già di demolizione degli altri pezzi, e la demolizione è già praticamente iniziata».

La precisazione arrivato dopo che in molti (in primis consiglieri di opposizione in Comune) hanno contestato a Bucci quello che hanno definito annunci ottimistici di inizio della demolizione: a novembre, nei giorni in cui si discuteva dell’assegnazione dei lavori di ricostruzione alla cordata Salini Impregilo-Italferr-Fincantieri, il sindaco aveva annunciato che «il mio piano è di partire il 15 dicembre, dalla parte ovest del ponte, quella che sta sopra alle aziende. Siamo d'accordo su questo con il procuratore, questo è il modo corretto di lavorare assieme, anticipando i tempi».

Negli ultimi 10 giorni di dicembre erano iniziate le opere di demolizione di alcuni capannoni, e poco prima della fine dell’anno Bucci aveva annunciato la demolizione per metà gennaio: «Nella settimana tra il 6 e il 14 gennaio conto di iniziare a vedere pezzi di ponte che iniziano a venire giù», aveva detto durante la cerimonia di ringraziamento degli Alpini in zona rossa. 

Nei giorni scorsi erano stati quindi annunciati e portati avanti interventi di alleggerimento del ponte, con il taglio di ringhiere e parti metalliche e la scarificazione dell’asfalto, operazioni ugualmente importanti per il sindaco: «Alcuni pezzi stanno già venendo giù dal ponte, solo che sono più piccoli e fanno meno notizia - ha chiarito - Però sono d’accordo, quel giorno (fra il 6 e l’8 febbraio, stando alle nuove dichiarazioni, ndr) sarà un evento, e tutta la città sarà lì a guardare. Noi sappiamo che ogni giorno le cose stanno andando avanti, e quel giorno, con quel pezzo, lo diremo al mondo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento