menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, ponte all'insegna del maltempo: allerta gialla dalle 5 alle 18 del 3 giugno

Il servizio di Protezione civile della Regione Liguria ha emanato l'avviso per la zona che va da Cogoleto a Sarzana: previste piogge e temporali soprattutto sul centro-levante

Nonostante il sole sotto cui si è svegliata oggi la Liguria, le previsioni meteo lasciano poche speranze per un ponte all’insegna del bel tempo: il servizio di Protezione civile della Regione Liguria ha emanato un avviso di allerta gialla (il grado più basso) dalle 5 alle 18 di domani, venerdì 3 giugno, sulle zone B, C e E. 

In particolare, sono attese piogge diffuse e temporali sulla costa da Cogoleto a Sarzana e nelle valli Fontanabuona e Aveto, con precipitazioni più intense sul centro-levante. Il peggioramento è atteso a partire dalle prime ore della mattina di sabato, con un graduale aumento delle precipitazioni soprattutto sul genovese e sulla costa di levante sino al pomeriggio.

Arpal prevede anche un rinforzo del vento, e mare da mosso a molto mosso nella zona di levante. La nuova allerta, che coinvolte anche Genova e il ponente, è arrivata alla scoccare della fine di quella precedente, sempre gialle ma in vigore soltanto nel Levante sino alle 13 di oggi. E proprio l'ennesima allerta emanata per una giornata che ha visto in realtà splendere il sole ha suscitato parecchie proteste, soprattutto da parte degli operatori turistici del Tigullio, che hanno trovato un portavoce nel Movimento 5 Stelle: «Abbiamo assistito a un’altra allerta meteo, classificata “gialla”, assolutamente errata - si legge in una nota firmata dal portavoce del gruppo in Regione, Fabio Tosi - L’ennesima negli ultimi mesi nel Tigullio. Il ripetersi di queste allerte ingiustificate continua a creare gravi danni al comparto turistico, soprattutto in occasione di un “ponte”, che avrebbe potuto garantire una considerevole presenza di turisti e di proprietari di seconde case, scoraggiati da previsioni nefaste e puntualmente disattese».

«Aiamo pronti a chiedere in Regione chiarimenti urgenti sul funzionamento di Arpal e su quali strumenti e modelli previsionali si basi per verificare le condizioni meteo in Liguria. Vogliamo capire, in particolare, se si utilizzano semplici tabelle o si consultano anche le immagini satellitari - concludono i pentastellati - Abbiamo posto sempre al centro del nostro programma la tutela del territorio e delle persone e continuiamo a ritenere che sia sempre meglio un’allerta in più che una in meno, ma i fatti degli ultimi mesi vanno al di là della logica e giusta prudenza: riteniamo assurdo che, nel 2016 si possano fornire ai cittadini previsioni meteo così ripetutamente e smaccatamente errate, che non hanno altro effetto se non provocare enormi danni ad albergatori e commercianti e creare inutili paure nella cittadinanza»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento