menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapallo: divieto di balneazione nella zona ex Lido

Ordinanza emessa dal sindaco Mentore Campodonico in seguito ad alcuni prelievi dell'Arpal di Genova. Fra la sponda sinistra del torrente Boate e l'inizio della scogliera artificiale è emersa una concentrazione di colibatteri 4 volte superiore alla norma

Martedì 1 maggio l'apertura ufficiale della stagione balneare. I primi coraggiosi che vogliono saggiare l'acqua del mare devono però tenersi alla larga da 261 metri di costa del litorale tigullino interessati dall'ordinanza di divieto di balneazione emessa dal sindaco di Rapallo Mentore Campodonico.

Il provvedimento si è reso necessario in seguito ai dati rilevati dall'Arpal di Genova nella zona degli ex bagni Lido (sponda sinistra torrente Boate-inizio scogliera artificiale) dove è emersa una concentrazione di colibatteri di quattro volte superiore alla norma.

Non è la prima volta che la zona viene colpita da un'ordinanza del genere, ma finora non sono venute a galla le ragioni di un inquinamento, che si propaga sovente anche all'intera baia rapallese. I cartelli di divieto saranno visibili sulle spiagge.


Il Comune vuole avere un quadro chiaro della situazione in altre zone. Per questo ha disposto otto prelievi di cui domani dovrebbero essere resi noti i risultati. Le analisi interessano anche l'alveo del torrente Boate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento