Dopo 12 anni chiude la Conad di Cornigliano, 15 dipendenti in cassa covid

La caduta del Morandi, l'apertura della Basko e i lavori in via Cornigliano hanno segnato l'epilogo

Quanto può essere stonato uno slogan? "Persone oltre le cose" è quello dei supermercati Conad, eppure, dopo 12 anni di attività il negozio di Cornigliano chiude e lascia 15 lavoratori a raccogliere le loro cose e tirar giù la saracinesca. Da domani: cassa integrazione Covid.

«Una serie di concomitanze (caduta del ponte, lavori di via Cornigliano, apertura della Basko), una gestione non illuminata (eufemismo) e scarsi investimenti hanno portato a questo risultato», scrive un post Nicola Poli, funzionario Filcams-Cgil. «Ora 15 lavoratrici e lavoratori, selezionati accuratamente a parere di molti, rischiano di restare senza salario. Molti di loro hanno più di 20 anni di anzianità in Conad, molti hanno carichi di famiglia corposi, altri ancora assistono disabili».

E in riferimeno alla foto dei lavoratori e delle lavoratrici all'ultimo giorno di apertura: «Guardateli, sono persone cui Conad vuol far pagare errori non loro. Sarebbe interessante sapere quanto ha preso la società a titolo di indennizzo per la caduta del ponte e per i lavori di via Cornigliano, soldi incassati e negozio chiuso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento