rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Centro Storico / Via di Prè

Spaccio nel centro storico: 27 arresti, sgominata rete di pusher super organizzata

Spacciatori, vedette e supporto logistico in una casa: i carabinieri hanno sequestrato quindici chilogrammi di droga e circa 16mila euro in contanti

I carabinieri hanno sgominato una rete di spacciatori attiva nel centro storico genovese: 27 persone arrestate, quindici chilogrammi di droga e circa 16mila euro in contanti posti sotto sequestro. Questo il bilancio di una complessa attività di indagine, denominata 'I Campi', dal nome in codice con cui i puher indicavano le piazze di spaccio a cielo aperto. 

Tutto è iniziato nel marzo 2021 in seguito a numerosi esposti dei residenti; i militari hanno identificato e disarticolato una vasta rete di spacciatori, insediati in particolare nei quadranti di via Pré, via Gramsci e piazza della Commenda. Ad agevolare l’intensa attività di spaccio anche numerosi 'fiancheggiatori' che non prendevano attivamente parte agli scambi, ma presidiavano l'area di competenza in qualità di vedette, avvisando spacciatori e acquirenti della presenza o dell’improvviso arrivo delle forze dell'ordine. Tra le figure emblematiche della rete di spaccio anche una donna italiana (ora agli arresti domiciliari) che forniva aiuti e supporto logistico, arrivando anche a custodire in casa la droga per i clienti, sempre nel centro storico. 

Per lo sviluppo delle indagini sono state preziose le dichiarazioni degli acquirenti fermati poco dopo le cessioni di stupefacente, una clientela variegata con operai, studenti universitari, donne giovani e meno giovani, minori, avvocati e liberi professionisti. Tutti hanno dichiarato di essere giunti in zona appositamente per trovare il pusher di fiducia, specializzato in un particolare tipo di sostanza. Sono state rinvenute e sequestrate ingenti dosi di hashish, cocaina, crack ed eroina.

Tra venerdì 22 e domenica 24 luglio 2022 i carabinieri del nucleo operativo della compagnia del Centro hanno eseguito le misure cautelari in carcere disposte dal Gip su richiesta del Pm Federico Panichi nei confronti di quindici stranieri, la maggior parte originari del Senegal, il divieto di dimora per altri quattro extracomunitari e gli arresti domiciliari per la donna italiana che supportava il gruppo. Questi arresti si aggiungono a quelli avvenuti nei mesi scorsi: altri diciannove, quindici dei quali in flagranza, tutti stranieri.

Durante l'attività di indagine con intercettazioni telefoniche, servizi di osservazione controllo e pedinamento e anche analisi delle immagini di telecamere di videosorveglianza i carabinieri hanno documentato quasi mille cessioni sequestrando oltre quindici chilogrammi di stupefacenti e circa sedicimila euro in banconote di piccolo taglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nel centro storico: 27 arresti, sgominata rete di pusher super organizzata

GenovaToday è in caricamento