Fumi e rifiuti pericolosi, sequestrata carrozzeria

La polizia Stradale ha chiuso una carrozzeria di Casarza Ligure per emissioni di fumi pericolosi e mancato adeguamento alle norme di legge

Scatta la chiusura per una carrozzeria di Casarza Ligure, nell’entroterra del levante.

Tutto è iniziato nel dicembre scorso, quando gli agenti della polizia Stradale di Chiavari hanno controllato la carrozzeria, rilevando che i registri del carico e scarico dei rifiuti pericolosi e le attestazioni di emissioni di fumi nell'atmosfera non erano in regola, non erano rinnovati e non esistevano addirittura più.

L’assenza di documenti e attestazioni di questo genere, che in una carrozzeria garantiscono che i prodotti inquinanti usati nelle lavorazioni non si disperdano nell'ambiente e che i fumi emessi sia limitati e contingentati, ha fatto scattare una sanzione di 2.500 euro.

Trascorsi alcuni mesi, però, il titolare della carrozzeria non ha preso provvedimenti per mettersi in regola, ma ha continuato con la sua attività diventata abusiva. Giovedì mattina gli agenti della Stradale di Chiavari sono quindi interventi su mandato della procura di Genova, sequestrando lo stabilimento, l'impianto di verniciatura con i relativi prodotti e le attrezzature usate per la riparazione delle carrozzerie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento