Ordigno a Campo Ligure, due vallate in allerta per la maxi evacuazione

La bomba rinvenuta sotto il ponte della ferrovia verrà portata il 12 luglio nella cava Pian di Carlo, in val Varenna. Sono 1.500 i residenti che verranno fatti evacuare

Due vallate - la val Varenna e la valle Stura - in allerta in vista di domenica 12 luglio, giorno in cui l’ordigno ritrovato a metà giugno sotto il ponte della ferrovia, a Campo Ligure, verrà rimosso e smontato.

Le operazioni per la rimozione e il “disinnesco” della bomba sono fissate per la prima mattinata, orario in cui inizierà l’evacuazione di 1.500 residenti in via precauzionale e lo stop ai trasporti. L’ordigno verrà portato nella cava Pian di Carlo, in val Varenna, dove non verrà fatto brillare, ma (stando alle ultime informazioni) verrà smontato e il contenuto bruciato per evitare un’esplosione che avrebbe causato un piccolo sisma e avrebbe potuto rivelarsi troppo rischiosa.

A oggi l’area coinvolta è stata suddivisa in zona rossa, quella con un raggio dall’ordigno di 660 metri, e in zona gialla, quella con un raggio dall’ordigno di 1.820 metri. Il cronoprogramma preparato dal Comune di Campo Ligure in collaborazione con Prefettura e forze dell’ordine prevede che la maxi operazione inizia alle 6.30 con la sistemazione delle persone ricoverate in rsa in ospedale e  via via l’evacuazione di tutti gli altri residenti interessati, manovra che dovrebbe concludersi intorno alle 10. 

Sino al pomeriggio, i cittadini potranno usufruire delle aree accoglienza allestite a Rossiglione e a Masone, con una settantina tra uomini della Protezione Civile, della Croce Rossa e delle forze dell’ordine a fornire assistenza e supporto e a presidiare non solo le zone in cui sarà presente la popolazione, ma anche i varchi di accesso e le case evacuate per prevenire episodi di sciacallaggio, in quest’ultimo caso con droni forniti da Croce Rossa e Vigili del fuoco.

Durante le operazioni di spostamento e disinnesco della bomba sarà bloccato sia il traffico su un tratto dell'autostrada A26 sia la linea ferroviaria Ovada-Genova (e viceversa) e la statale 456 del Turchino. A coordinare l’intera operazione il sindaco di Campo Ligure, che nelle ultime settimane ha aggiornato costantemente i residenti sull’andamento del piano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento