menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camogli, paese del sesso o deserto? Ecco cosa ne pensano gli abitanti

In seguito alle polemiche scoppiate per un blog che ritraeva la località levantina in versione hard ci siamo recati sul posto per intervistare i residenti sulla vicenda

Camogli - Camogli paese del sesso o Camogli paese deserto? La risposta potrebbe essere nessuna delle due, ma fa ancora parlare il blog che alcune settimane aveva messo online una visione tutta particolare della splendida località levantina.

Una Camogli hard, con ristoranti, bar e alberghi diventati nei fotomontaggi e nei racconti del blog nuovi centri massaggi o luoghi di piacere per turisti. «Chi gestisce questo sito vive in buona parte a Camogli e ama Camogli più di ogni altra cosa. La tristezza di vedere un paese deserto dal lunedì al venerdì però è tanta e per questo ha deciso di scherzarci sopra» era stata la risposta degli autori del sito alle prime polemiche.

Ma evidentemente lo scherzo non era piaciuto ai più, soprattutto al sindaco Italo Mannucci che dopo aver annunciato una battaglia legale è riuscito a far chiudere il blog.

Ed ecco per voi alcune foto di Camogli come è

e come è diventata dopo i fotomontaggi

Difficile dire cosa sia giusto o meno, non sta a noi giudicare. Proprio per questo abbiamo deciso di andare sul posto e capire le reali sensazioni di chi a Camogli ci vive e chi di fatto "ha subito sulla propria pelle" le foto e le polemiche.

«Penso sia uno scherzo fatto senza giusto - confessa Antonella - capisco le ragioni, ma c'è modo e modo di fare pubblicità al proprio paese».

Di tutt'altra idea Marco: «Ma su, facciamoci una risata. I problemi son ben altri. Tra l'altro vedo che sono riusciti nel loro intento di attirare attenzione su Camogli, quindi ben vengano queste iniziative».

Infine lasciamo la parola alla titolare di un noto albergo di Camogli, fotografato per altro nel blog che ha scatenato le polemiche. «Abbiamo cercato di dare poco peso alla cosa anche se devo dire che l'abbiamo trovata di cattivo gusto. Condivido l'idea di voler fare qualcosa per rianimare Camogli, ma ci sono modi migliori per fare satira e pubblicizzare la nostra bellissima località. In più devo dire che nello stesso periodo abbiamo avuto un antipatico "attacco" alla nostra pagina facebook del nostro albergo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento