Metro sino a Canepari, consegnate le aree per il cantiere: «Linea operativa nel 2022»

Poco più di un anno di lavori per prolungare la metropolitana sino a via Canepari e verso piazza Martinez

Consegnate ufficialmente a Gruppo Fs Italiane le aree destinate al prolungamento della metropolitana verso Canepari.

Il Comune di Genova ha firmato il documento che consente la consegna anticipata delle aree ferroviarie interessate dai lavori, dando così il via formale al cantiere. Il prolungamento della tratta Brin-Canepari, direttrice nord-sud lungo la Valpolcevera, sarà di 750 metri, e il progetto prevede l’utilizzo di parte del sedime ferroviario interessato dalla linea merci Campasso-bivio Fegino, di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana.

In programma c’è l’acquisizione delle aree da parte del Comune, ma con la consegna si anticipano i tempi per allestire il cantiere: «Il prolungamento della metropolitana verso Canepari, oltre che verso piazza Martinez, rivoluzionerà i trasporti in città - è stato il commento dell’assessore alla mobilità del Comune di Genova, Matteo Campora - I due nuovi tratti, insieme con l’incremento e al rinnovo della flotta, arriverà a quasi raddoppiare il numero dei passeggeri».

I lavori comprendono infatti, oltre alla tratta Brin-Canepari, anche la tratta Brignole-piazza Martinez, che servirà le zone di Brignole e San Fruttuoso. Per questi lavori il Comune ha ottenuto un finanziamento complessivo di 152 milioni di euro che comprende anche i fondi per l’acquisto di un’ulteriore flotta di 14 treni.

 La progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori è prevista in 18 mesi. L’apertura al pubblico, per entrambe le tratte, è programmata nel 2022.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

Torna su
GenovaToday è in caricamento