menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dà in escandescenze in strada e minaccia i poliziotti: «Mio marito è positivo al covid»

La donna, 60 anni, si è fatta notare dal responsabile di una filiale bancaria di Principe perché batteva contro il vetro. Si è poi seduta al tavolo di un bar della stazione, dove è stata raggiunta da polizia e ambulanza

Attimi di tensione intorno alle 11 di martedì mattina nei pressi della stazione ferroviaria di Principe dopo che una donna in evidente stato di alterazione si è scagliata contro i poliziotti intervenuti sostenendo che «mio marito è positivo al coronavirus».

A chiamare la polizia è stata la responsabile della filiale Banca Intesa di piazza Acqaverde, che ha visto la donna battere contro il vetro e urlare. La 60enne si è quindi spostata al tavolo di un vicino bar, dove è stata raggiunta dai poliziotti. Continuando a urlare, ha sottolineato di «avere un congiunto positivo», il marito, e il controllo fatto dagli agenti lo ha confermato. 

A quel punto è scatatto il protocollo previsto: chiamata l'ambulanza, i sanitari con le protezioni necessarie l'hanno accompagnata all'ospedale Galliera in trattamento sanitario obbligatorio per sottoporla ad accertamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento