rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Coronavirus

Covid, raggiunto il picco in Liguria. Toti: "Scendono ricoveri e contagi, ora cambiamo i parametri"

Il presidente della Regione: "Sette pazienti su dieci sono asintomatici o poco sintomatici e si trovano in ospedale per altre cause, che nulla hanno a che fare con il coronavirus. Vanno riviste a livello nazionale le regole per la gestione e il monitoraggio della pandemia"

L'ondata 'estiva' del covid ha raggiunto il picco in Liguria e, dopo due mesi di incremento lento ma progressivo, i parametri tornano a scendere, in relazione sia ai contagi, con un -17% dei nuovi casi nell’ultima settimana, sia agli ospedalizzati, 18 in meno nelle ultime 24 ore.

Coronavirus, 1,491 nuovi casi e altri sei decessi

"Sono state pienamente rispettate le previsioni che erano state formulate dai nostri esperti: nella nostra regione - spiega il presidente e assessore alla Sanità Giovanni Toti - abbiamo raggiunto il picco di questa ondata e, dopo il calo dei contagi, con qualche giorno di ritardo come ormai siamo abituati a osservare stanno iniziando a scendere anche i pazienti ricoverati nei nostri ospedali. Ci aspettiamo che questo trend prosegua anche nei prossimi giorni, alleggerendo la pressione ospedaliera, consentendoci di liberare posti letto e riprendere anche l’attività chirurgica programmata, rallentata o sospesa da pochi giorni in alcuni presidi, secondo il protocollo ormai rodato predisposto da Alisa".

"Rimane un dato inconfutabile - aggiunge il governatore - documentato dall’analisi delle cartelle cliniche: 7 pazienti su dieci positivi al covid sono asintomatici o poco sintomatici e si trovano in ospedale per altre cause, che nulla hanno a che fare con il coronavirus. È quindi evidente l’urgenza di un cambio di passo: vanno riviste a livello nazionale le regole per la gestione e il monitoraggio della pandemia, per garantire a chi deve assumere decisioni di avere di fronte la fotografia reale della situazione, che - conclude - non è quella rilevata oggi dai bollettini quotidiani".

In particolare, gli ospedalizzati complessivi risultano 463 (18 in meno tra mercoledì 27 e giovedì 28 luglio), di cui 9 in terapia intensiva (- 2). I nuovi positivi risultano  1.491, a fronte di 7.948 tamponi complessivi, 1.058 molecolari e 6.890 antigenici rapidi (il giorno precedente erano 1711 a fronte di 8.037 tamponi complessivi). Continua a calare il numero casi positivi (esclusi i guariti e i deceduti): 803 in meno tra martedì 26 e giovedì 28 luglio 2022. Sei i decessi, avvenuti tra il 22 e il 27 luglio, tutti di persone con più di 75 anni.

"Si osserva in questi ultimi giorni un rallentamento della spinta epidemica - aggiunge il direttore generale di Alisa Filippo Ansaldi - con un trend in diminuzione consolidato dell’incidenza (nuovi casi) e un trend in diminuzione iniziale per quanto riguarda la pressione ospedaliera (positivi ricoverati). Con la conferma di questo andamento ci avviciniamo al superamento di questa fase di plateau. È stato inoltre confermato, rispetto alla scorsa settimana, il dato relativo alla percentuale di ricoverati con sintomatologia covid, importante per capire quanto la pressione ospedaliera sia condizionata dalla diffusione del virus anche tra persone asintomatiche o con pochi sintomi: il 70% dei ricoverati è infatti rappresentato da pazienti positivi ma ricoverati per altre cause".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, raggiunto il picco in Liguria. Toti: "Scendono ricoveri e contagi, ora cambiamo i parametri"

GenovaToday è in caricamento