menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due circhi contemporaneamente a Genova, la protesta degli animalisti

Si tratta del Darix Togni, in Valbisagno, e del Millennium alla Foce, entrambi a Genova tra marzo e aprile

Se il circo è nuovo, le proteste non lo sono affatto: dal 22 marzo all'8 aprile arriva in piazzale Kennedy, per la prima volta, il circo Millennium, novità assoluta a Genova, mentre dal 14 marzo in via Adamoli, a Molassana, c'è il circo Darix Togni, che rimarrà in città fino al 7 aprile.

E si riaccendono le polemiche perché ancora una volta si tratta di spettacoli - questa volta organizzati per la prima volta contemporaneamente, a pochi chilometri di distanza - che coinvolgono anche gli animali.

Gli animalisti sono pronti a dare battaglia, e tramite la pagina "Agire Ora", dedicata a campagna e petizioni online, chiedono di inviare una mail di protesta al Comune di Genova: «Gli enti preposti facciano rispettare le norme Cites del 2006, un documento che reca criteri minimi per il mantenimento di animali nei circhi e nelle mostre viaggianti. In tale documento si legge: 'In particolare si raccomanda che in futuro non vengano più detenute le specie in via di estinzione o il cui modello gestionale non è compatibile con la detenzione in una struttura mobile quali, ed in particolare: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe, rapaci' [...]. Infine si richiede che le tante locandine affisse ovunque in città, senza alcuna forma di bollo o timbro, siano rimosse e i responsabili sanzionati.».

La risposta del mondo circense arriva da un post del Darix Togni su Facebook. In sintesi, i circhi si prenderebbero cura di animali nati e cresciuti in cattività (e dunque inadatti a vivere in un ambiente selvatico), tutelando in questo modo specie a rischio estinzione: «Stiamo perdendo un numero incredibile di specie selvagge a un ritmo velocissimo. Le associazioni animaliste pensano che questi animali dovrebbero rimanere solo nel loro habitat naturale. Se tutti adottassimo questa ideologia radicale, perderemmo molte di quelle specie in questa vita».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento