rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Albaro / Via Boccadasse

Boccadasse, la proposta della Pro Loco: "Nomi delle vie in dialetto"

L'associazione ha aderito alla decima edizione della 'Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali", proponendo il recupero delle antiche denominazioni delle strade

La Pro Loco di Boccadasse ha aderito alla decima edizione della 'Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali", manifestazione promossa a livello nazionale da Unpli Italia (l'unione nazionale delle Pro Loco) e che andrà in scena il 17 gennaio 2022.

Il presidente Cesare Pastorino spiega: "L'antica toponomastica del borgo di Boccadasse è un importante patrimonio culturale che vogliamo valorizzare e non vogliamo sia disperso. Stiamo per inviare all'assessore alla cultura del Comune di Genova, Barbara Grosso, e all'assessore allo sviluppo del turismo e marketing territoriale, Laura Gaggero, una richiesta perché siano realizzate e installate le targhe antiche a fianco dell'attuale toponomastica. Un'iniziativa che, da parte nostra, vuole essere un concreto contributo alla conoscenza dell'antico borgo di Boccadasse".

Al centro dell'evento promosso dalla Pro Loco di Boccadasse nell'ambito della 'Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali' ci sono infatti le antiche denominazioni delle strade del borgo. "Dopo un'accurata ricerca abbiamo realizzato una scheda comparativa tra l'attuale toponomastica e quella antica - spiega ancora la Pro Loco - e per l'esatta traduzione in genovese abbiamo chiesto e ottenuto la collaborazione del professor Franco Bampi, attuale presidente dell'associazione genovese 'A Compagna'. Stiamo per inviare il nostro lavoro agli assessori competenti, con la richiesta di installare le targhe antiche vicino a quelle attuali".

Le antiche denominazioni di Boccadasse

E allora il controviale di via Boccadasse tornerebbe a essere anche 'a crêuza', gli ex lavatoi 'i tréuggi', l'archivolto di via Boccadasse 'o portelìn', via della Casa si dividerebbe tra 'Cà nêuva de d'âto', 'de sótta' e 'a portàssa',  ma ci sarebbero anche 'o gîo da pûa (angolo con via Beretta),  'o carogétto' (tra via della Casa e via Capo Santa Chiara), 'o pròu' (piazza Nettuno), 'a montâ da gêxa' (via Aurora), 'câo de d'âto' (belvedere Firpo), 'sótta a o câo' (piazza Bassano), 'cà di Lucchi' (via Capo Santa Chiara inferiore), 'segurtæ' (via Capo Santa Chiara', 'de poìncia' (via Capo Santa Chiara al mare), 'a scainâ' (via della Scalinata), 'e lìgge' (via capo Santa Chiara/al Belvedere) e 'a torètta' (belvedere di Capo Santa Chiara).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccadasse, la proposta della Pro Loco: "Nomi delle vie in dialetto"

GenovaToday è in caricamento