menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrade, la Regione: «Cantieri concentrati ad aprile e pedaggi ridotti»

«L’obiettivo è che il piano sia coerente con la ripartenza del Paese e con la programmazione della stessa, in modo che alla piena riapertura delle attività e dei confini tra le regioni le autostrade siano libere dai cantieri più impattanti»

Il presidente della Regione Giovanni Toti e gli assessori alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone, allo Sviluppo economico Andrea Benveduti e al Turismo Gianni Berrino hanno partecipato, in videoconferenza, a una riunione con tecnici del Ministero delle Infrastrutture e trasporti e rappresentanti delle concessionarie autostradali che operano in Liguria.

Regione Liguria ha chiesto che venga rivisto il cronoprogramma degli interventi e dei cantiari sulla rete ligure in modo che siano coerenti con la ripartenza e abbiano la riapertura del Paese, in concomitanza con l’allentamento delle misure anti Covid, come elemento chiave di riferimento.

«In quest’ottica - ha scritto la Regione in una nota - , la richiesta è che gli interventi non tengano conto del cronoprogramma generale che prevede, come termine per la conclusione degli interventi più impattanti, la metà del mese di giugno: l’obiettivo è che il piano sia coerente con la ripartenza del Paese e con la programmazione della stessa, in modo che alla piena riapertura delle attività e dei confini tra le regioni le autostrade siano libere dai cantieri più impattanti. Alla luce di questa richiesta, è stato concordato di convocare riunioni a cadenza settimanale per calibrare e programmare gli interventi in funzione di questo obiettivo».

«Inoltre, sempre in quest’ottica e per raggiungere l’obiettivo, è stato coerentemente richiesta una intensificazione degli interventi nel periodo pasquale e nel mese di aprile - conclude la Regione - . Per questo motivo, è stata avanzata ai concessionari che non si fossero ancora mossi in questo senso una richiesta per l’attuazione di forme volontaristiche di sgravi o di riduzione dei pedaggi, in relazione a una cantieristica che è stata e sarà probabilmente molto impattante nelle prossime settimane. L’augurio è che le stesse concessionarie presentino piani che prevedano, a fronte di eventuali cantieri impattanti, un automatismo di sgravi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento