menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio ad Angelo Rossignotti, l'imprenditore dietro l'impero Novi e il bar Mangini

È morto a 92 anni, gran parte dei quali trascorsi a espandere l'attività di famiglia: nel 1929 acquisì e rilanciò il marchio del cioccolato piemontese

È morto a 92 anni l’imprenditore Angelo Rossignotti, fondatore con il padre dell’impero dolciario Cioccolato Novi e titolare dello storico bar Mangini, il caffè e pasticceria di piazza Corvetto tanto amato anche da Sandro Pertini.

Il nome di Rossignotti è strettamente legato a Sestri Levante, dove ha sede la fabbrica in cui viene prodotto il torrone Rossignotti. Nella cittadina del Tigullio la famiglia possiede anche tre pasticcerie e un bar, e l’imprenditore aveva investito anche nel turismo con il Grande Hotel Villa Balbi e il Nettuno.

La cioccolato Novi, acquistita alla fine degli anni ’20, era stata ceduta negli anni ’80 dopo il grande lavoro di rilancio firmato da Rossignotti Senior, Giacomo, e dal figlio Angelo, ma la famiglia è rimasta nel settore dolciario con la produzione del torrone, esportato in tutto il mondo. Rossignotti salvò quella che allora era una cooperativa di dettaglianti e grossisti dolciari trasformandola in un marchio che ha reso la cioccolata piemontese famosa in tutto il mondo.

I funerali dell’imprenditore si sono svolti martedì mattina a Sestri Levante. La famiglia non aveva infatti reso pubblica la notizia della morte: Rossignotti lascia i figli Antonio, Emanuele, Giacomo e Paola che continuano la strada imprenditoriale della famiglia Rossignotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento