A10, per schivare la coda c’è chi fa “dietrofront” e procede contromano

Lo scambio di carreggiata poco prima del casello di Arenzano ha causato un blocco del traffico che ha spinto alcuni automobilisti a fare retromarcia per dirigersi verso il casello

A mali estremi, estremi (e pericolosissimi) rimedi: in un ordinario pomeriggio di code sulla A10, c’è chi ha deciso di evitare il blocco dovuto ai lavori tornando indietro di qualche metro per cambiare direzione.

È successo nel primo pomeriggio di mercoledì a poche decine di metri dal casello di Arenzano, in direzione Savona: all’altezza del km 19 Autostrade ha allestito uno scambio di carreggiata per lavori nella galleria dopo il casello, lasciando aperta la carreggiata “tradizionale” soltanto per consentire a chi è diretto ad Arenzano di uscire al casello.

Nel punto di innesto da una carreggiata all’altra (in direzione Savona) inevitabilmente si è creata una lunga coda che ha coinvolto anche mezzi pesanti. E tra persone che ormai esasperate, e immobili, sono scese dai loro mezzi per sgranchirsi le gambe, rassegnati, è spuntato anche chi, vedendo la coda, è tornato indietro di qualche metro per tornare sulla carreggiata “tradizionale” e uscire al casello di Arenzano, nella speranza di evitare il blocco con la viabilità ordinaria. Che, da stamattina, è ugualmente congestionata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento