Elezioni comunali 2017

Leoncini: «A disposizione per una candidatura di cambiamento»

Il presidente del municipio Centro Est avanza, con una lettera pubblicata sul suo profilo Facebook, la sua candidatura a sindaco

Foto credit angylav

Simone Leoncini avanza la sua candidatura a sindaco di Genova. Il presidente del Municipio Genova Centro Est ha pubblicato sulla sua pagina Facebook una lettera aperta ai cittadini. Una candidatura indipendente alle prossime primarie del centrosinistra per costruire "una larga coalizione civica e progressista".

Leoncini, classe 1974 è nato a Genova, laureato in Scienze politiche è operatore sociale e attivista politico, dal 2012 presidente del Municipio Genova-Centro Est al cui interno è incluso il Centro Storico della città.

Con la sua proposta intende avviare «un moto di riappropriazione che segni una cesura con classi dirigenti da tempo logore - scrive in un post pubblicato lunedì 13 febbraio - non possiamo lasciare che Genova sia preda della rassegnazione. Io non mi arrendo e sono pronto a fare la mia parte». 

Cosa può salvare Genova? «Solo un progetto di cambiamento, profondo e determinato – spiega Leoncini nella lettera aperta – può restituire speranza e futuro a una città altrimenti condannata a ripiegarsi mestamente su se stessa. Ad essere preda della peggiore politica. Una spinta di cittadinanza, indipendente, seria ma libera. Concreta e pragmatica ma svincolata da élites autoreferenziali, ormai incapaci di capire il territorio, i suoi bisogni e le sue ferite. Serve una proposta di totale discontinuità con tutto ciò che abbiamo ormai alle spalle, capace di parlare a tutti e non solo a circoli sempre più ristretti. Idee, programmi e metodi del tutto diversi dal passato»

E dunque Leoncini scenderà in campo con una sua squadra: «Questa mia disponibilità è nelle mani dei cittadini. Con loro intendo verificare nei prossimi giorni le condizioni per una candidatura di cambiamento, indipendente e civica. Non sono interessato ad avventure solitarie. Non ci sono campioni, ma solo una squadra da costruire con umiltà e tenacia. Sarei felice di farmi da parte se emergessero disponibilità più autorevoli e inclusive. Voglio semplicemente contribuire a processo collettivo, aperto e di cambiamento. Mettermi al suo servizio. Ci confronteremo insieme nei prossimi giorni e insieme tracceremo la via migliore».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leoncini: «A disposizione per una candidatura di cambiamento»

GenovaToday è in caricamento