Cos'è la visura camerale

Cos'è una visura camerale? E cosa contiene? E come si fa a richiedere la visura di un'impresa?

Chi si affaccia per la prima volta nel mondo dell'imprenditoria può aver bisogno di alcune informazioni, tra cui quelle relative alle visure camerali.

Cos'è una visura camerale? E cosa contiene? E come si fa a richiedere la visura di un'impresa? A venirci incontro è registroimprese.it, portale ufficiale delle Camere di Commercio.

Cos'è la visura camerale

Per esercitare un’attività economica sotto forma di impresa (individuale o societaria) in Italia è obbligatoria l’iscrizione al Registro Imprese tenuto presso la Camera di Commercio della provincia ove ha sede l’azienda.

La visura è un documento informativo con tutti i dettagli riguardanti l’impresa iscritta: sono riportati aspetti legali e anagrafici dell’impresa, la denominazione, la forma giuridica, la sede legale, il codice fiscale, il tipo di attività svolta e altri elementi relativi agli organi di amministrazione e alle cariche sociali.

La visura dà informazioni sui dati ufficiali di qualsiasi impresa, individuale o collettiva, iscritta nel Registro Imprese: non ha però valore di certificazione e quindi non è opponibile a terzi.

Viene richiesta nei casi in cui non sia obbligatorio acquisire il Certificato camerale e/o nei casi in cui sia necessario dimostrare il codice ATECO attribuito in fase di denuncia di inizio attività (dato non presente nel certificato). La Visura (ordinaria o storica), non essendo un documento formalmente normato, non ha un limite temporale di validità. Chiaramente il suo grado di aggiornamento dipende dalla data del suo rilascio.

A cosa serve

La visura garantisce l’effettiva esistenza dell’impresa nonché la pubblicità legale di tutti gli atti che la riguardano, permettendo ai cittadini di ottenerne informazioni specifiche e valutarne la solidità.

Conoscere aspetti quali la composizione sociale di un’azienda (i soci), gli amministratori e le cariche sociali permette di sapere in anticipo quali sono le persone con cui ci si troverà a lavorare o ad interfacciarsi e i loro rispettivi ruoli.

Cosa contiene la visura camerale

La visura camerale può essere ordinaria, quando riporta le informazioni legali attuali, oppure storica, quando fornisce notizie sulle vicende passate dell’impresa dalla sua nascita fino ad oggi.

È possibile anche, selezionando singoli blocchi di informazioni, ottenere ‘visure’ a contenuto mirato (Informazioni societarie): la tipologia ed il numero dei blocchi informativi sono legati alla natura giuridica dell’impresa. Esempi di blocchi informativi sono:

  • amministratori
  • titolari di altre cariche o qualifiche
  • trasferimenti d'azienda, fusioni, scissioni, subentri
  • sede e unità locali
  • scioglimento, procedure concorsuali e cancellazione
  • sindaci, membri di organi di controllo
  • attività, alibi, ruoli e licenze
  • società o enti controllanti
  • pratiche in istruttoria
  • partecipazioni in altre società
  • soci e titolari di diritti su quote e azioni
  • informazioni da statuto, ultimo statuto depositato
  • informazioni patrimoniali

Diversi tipi di visura camerale

Visura ordinaria

Riporta le informazioni anagrafiche, giuridiche, economiche e fiscali di un’impresa, contenute nel Registro Imprese. Vi sono riportati i dati dell’azienda, tra cui riferimenti d’iscrizione, denominazione, dati anagrafici, recapiti, indirizzo della sede, PEC, sede legale, Codice fiscale/Partita IVA, forma giuridica, data di costituzione, oggetto e capitale sociale, attività svolta, numero e tipologia di addetti, certificati di qualità, attestazioni, cariche amministrative, di controllo e qualifiche, organi sociali, titolari e soci con relative quote, albi ruoli e licenze, sedi secondarie e unità locali.

Visura storica

Riassume tutti i dati dell’impresa a partire dalla sua nascita. Dunque, rispetto alla Visura ordinaria, la Visura storica aggiunge la storia delle modifiche avvenute dalla prima costituzione al momento in cui è stata richiesta la visura (e, in ogni caso, in base a ciò che è stato depositato in Camera di Commercio): sono quindi riportate tutte le iscrizioni e i depositi degli atti nel Registro Imprese, e i valori statistici di riferimento relativi al numero di addetti che, dalla prima costituzione della società, sono stati assunti come dipendenti.

Visura in Inglese

È il corrispettivo in lingua inglese della visura camerale ordinaria, sempre redatto a norma e allo stesso costo. Può servire alle aziende italiane di import-export per illustrare la propria attività ad Amministrazioni o Autorità statali estere, ma anche ad aziende straniere che vogliano informazioni su imprese italiane. Con la Visura in inglese viene inoltre risparmiato all'utente qualsiasi onere di traduzione dalla visura in italiano.

Ottenere la visura camerale della propria impresa

Se sei il legale rappresentante o il titolare della tua attività imprenditoriale puoi avere gratuitamente la Visura camerale della tua impresa.

E' sufficiente che tu sia in possesso di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o di CNS (Carta Nazionale dei Servizi), strumenti entrambi rilasciati gratuitamente dalle Camere di Commercio e che certificano la tua identità confrontandola con la carica presente nel Registro Imprese.

A questo punto, utilizzando SPID o CNS, per la visura della tua impresa puoi accedere direttamente al cosiddetto cassetto digitale dell'imprenditore (https://impresa.italia.it).

Per richiedere invece la visura di un'altra impresa, cliccare qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • Covid, morto lo psichiatra Gian Luigi Rocco. Il figlio: «Mio padre non c’è più, ma là fuori c’è chi si lamenta perché farà il Natale da solo»

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento