Piaggio Aero, contratto da 125 milioni per manutenzione P.180

Con questo contratto sale a oltre 640 milioni il valore del portafoglio ordini in esecuzione

A pochi giorni dal termine ultimo per l'invio delle manifestazioni di interesse per l’acquisto dei suoi complessi aziendali, arriva per Piaggio Aerospace un nuovo contratto del valore di circa 125 milioni di euro. La società ligure, in amministrazione straordinaria dalla fine del 2018, ha infatti annunciato la firma di un nuovo accordo quadro con il ministero della Difesa per la manutenzione dell'intera flotta dei P.180 attualmente in dotazione alle varie Forze Armate: Aeronautica Militare, Marina Militare, Esercito Italiano e Arma dei Carabinieri.

L’intesa, sottoscritta a Roma tra la Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità che fa capo al Dicastero e il Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro, prevede in particolare che la società aeronautica garantisca per nove anni consecutivi il Supporto Logistico Integrato per tutti i velivoli P.180 di proprietà della Difesa, con l’obiettivo di mantenerli efficienti presso le diverse basi operative. Tra le attività previste: la manutenzione programmata, le manutenzioni straordinarie, la fornitura di servizi ingegneristici atti ad assicurare la navigabilità della flotta e la fornitura di parti di ricambio.

Tali velivoli, tra le altre cose, sono destinati ad attività di trasporto persone, aeroambulanza, radiomisure e addestramento. Con il contratto annunciato oggi, sale infatti a oltre 640 milioni il valore del portafoglio ordini in esecuzione.

«Si è svolto oggi in videoconferenza l’incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali Fim Fiom Uilm e il commissario straordinario Nicastro - spiega in una nota Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria -. Annunciato il contratto da 125 milioni per il supporto logistico, l'azienda vanta oggi un portafoglio ordini di 643 milioni, che diventeranno 900 a fine anno. Spiace che un'azienda che vanta ordini di queste dimensioni, non possa accedere a linee di credito agevolate, ma debba rivolgersi direttamente al sistema bancario. Soprattutto nel mezzo della crisi Covid 19, il MISE deve agevolare e aiutare la ripartenza. I dipendenti attuali della Piaggio Aero sono complessivamente 972 ( 745 a Villanova 215 a Genova e 12 a Roma). Ad oggi - prosegue Vella - sono 173 i lavoratori in Cigs che dovranno gradualmente rientrare al lavoro e 251 in Smart Working. L’azienda è tornata al lavoro con l’80% dei dipendenti attraverso l’applicazione dei protocolli di sicurezza e lo Smart Working che vogliamo rendere strutturale. Tra le questioni fondamentali affrontate anche la mancanza della commessa del P1HH (su questo sono necessari chiaramenti da parte del Ministero della Difesa) e il bando di vendita della Società in scadenza a fine maggio, che dovrà indicare i possibili acquirenti. Come abbiamo sottolineato più volte, dovranno acquisire Piaggio Aero nella sua interezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento