Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Case, box e posti auto: Genova traina la ripresa del mercato

I dati delle compravendite di abitazioni nel quarto trimestre del 2020 relativi alle otto principali città italiane evidenziano un aumento delle transazioni solo in due città: Roma (+7,9%) e Genova (+8,4%)

Con un +8,4% di transazioni, Genova traina la ripresa del mercato immobiliare. Nel quarto trimestre 2020, per i volumi di compravendita del settore residenziale, continua e si rafforza la tendenza positiva già rilevata nel terzo trimestre, dopo i forti cali registrati nei primi due trimestri. Lo rileva l'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate.

Rispetto al terzo trimestre del 2020, in cui il segno positivo delle variazioni tendenziali era stato rilevato a livello nazionale solo per i comuni non capoluogo, in questo trimestre si registrano variazioni positive sia per i capoluoghi (+2,9%) sia per i comuni minori (+11,8%); solo nei capoluoghi del Sud il complesso degli scambi di abitazioni restituisce un tasso tendenziale appena negativo (-0,1%).

Significativo è il dato del Centro, che registra la più alta crescita degli scambi nel IV trimestre (+12,3%), trainato sicuramente dal dato sui comuni minori (+16,8%), ma anche del buon rialzo dei volumi di compravendita nei comuni capoluogo (+6,9%), il più alto tra le aree del Paese. Nelle Isole capoluoghi e non capoluoghi mostrano un aumento simile degli scambi, +5,9% e +8% rispettivamente. Nelle altre aree la distanza dei tassi tendenziali, tra capoluoghi e comuni minori, rimane elevata. Al Nord Ovest e Nord Est, in particolare, mentre nei capoluoghi gli scambi di abitazioni sono in aumento dell’1%, negli altri comuni il tasso tendenziale di crescita supera il 10%.

I dati mensili degli scambi di abitazioni nel 2019 e nel 2020 mostrano come i tassi tendenziali di crescita rilevati da agosto a dicembre, in particolare nei comuni non capoluogo, abbiano contribuito a contenere l’effetto dei pesanti cali di marzo, aprile e maggio, risultando alla fine del 2020 una diminuzione delle compravendite residenziali, rispetto al 2019, pari al 7,7%, con circa 46 mila unità scambiate in meno.

L’analisi dei dati mensili del quarto trimestre evidenzia che:

  • ad ottobre gli scambi di abitazioni sono ripartiti in tutte le aree nei comuni non capoluogo, migliorando il risultato del 2019;
  • nel mese di novembre la ripresa ha coinvolto anche le compravendite di abitazioni nei capoluoghi;
  • nel mese di dicembre le attività negoziali sono proseguite ma, soprattutto nei capoluoghi delle aree del Nord, con una decelerazione dei rialzi.

I dati delle compravendite di abitazioni nel quarto trimestre del 2020 relativi alle otto principali città italiane, sebbene conducano a una variazione tendenziale positiva nel suo complesso, evidenziano un aumento delle transazioni solo in due città; sono infatti i dati positivi di Roma (+7,9%) e Genova (+8,4%), affiancati dalla tenuta degli scambi a Palermo, Napoli e Torino, a mantenere in campo positivo (+0,2%) il dato aggregato. Si tratta comunque di un recupero se confrontato con i pesanti cali rilevati nei trimestri precedenti (-11,2% nel terzo trimestre, -26,3% nel secondo trimestre, -15,8% nel primo trimestre).

A Milano, Bologna e Firenze gli scambi di abitazioni nel quarto trimestre del 2020 continuano ad essere inferiori a quelli dello stesso trimestre del 2019, anche se le perdite si attenuano con un tasso negativo non più a due cifre. A Genova e Palermo aumenta la superficie media delle abitazioni compravendute, a Milano, di contro, le abitazioni acquistate sono più piccole, con il dato medio che scende sotto gli 80 metri quadri.

Per i box e i posti auto, nelle otto principali città le compravendite nel quarto trimestre 2020 presentano un tasso tendenziale positivo più elevato rispetto alle abitazioni (+4,1%), che però è il risultato di tassi di variazione tendenziali delle singole città fortemente disomogenei. Oltre che a Genova (+26,9%) e a Roma (+14,8%) dove la crescita è sostenuta, anche a Torino (+9,6%), Napoli (+4,2%) e Firenze (+1,6%) i volumi di compravendita di box e posti auto sono in aumento, mentre Milano (-12,3%) e Bologna (-9,4%), rimangono in calo. Palermo (-3,7%) torna in negativo dopo l’aumento delle compravendite registrato nel trimestre precedente (era +37%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case, box e posti auto: Genova traina la ripresa del mercato

GenovaToday è in caricamento