Sampdoria: Ferrero a Bogliasco per il taglio degli stipendi

Il presidente blucerchiato cerca l'accordo con i giocatori della Samp per il taglio degli stipendi, ma c'è ancora una divergenza

Mentre si avvicina sempre di più il ritorno in campo (domenica 21 giugno la Sampdoria sarà di scena a San Siro contro l'Inter), i blucerchiati continuano ad allenarsi al Mugnaini, ma la presenza del presidente Massimo Ferrero non è di certo stata una visita di cortisea per i giocatori.

Il patron della società genovese avrebbe infatti l'intenzione di chiudere in prima persona la questione del taglio degli stipendi.

La soluzione sembra molto vicina, al momento balla un solo mese, ma la clausola che vorrebbe inserire Ferrero potrebbe essere accettata dai calciatori. Due settimane di retribuzione verranno infatti restituite a fine stagione sotto forma di bonus legato al raggiungimento di un prefissato risultato. Ma la distanza, secondo il Secolo XIX è rappresentata proprio dalle divergenze sull'obiettivo. Secondo il presidente blucerchiato il bonus scatterebbe in caso di piazzamento tra il decimo (o superiore) e tredicesimo posto, ma per Quagliarella e compagni il premio sarebbe legittimo anche in caso di salvezza.

Il massimo dirigente doriano vorrebbe chiudere la trattativa prima dell'inizio del campionato, ma ormai manca davvero pochissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Covid, la ricerca delle università di Genova, Okinawa e Francia: «Il distanziamento non basta»

  • Weekend in zona arancione: le regole su spostamenti, negozi e supermercati

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento