menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampdoria-Genoa, Delneri: «Primo tempo regalato, serve più qualità»

Dopo la sconfitta nel derby, l'allenatore genoano analizza il momento no della squadra, sprofondata all'ultimo posto solitario in classifica. La sua gestione ha portato fin qui 0 punti

Dopo la sconfitta nel derby contro la Sampdoria per 3-1 , il Genoa si ritrova all'ultimo posto solitario in classifica a quota 9. Un periodo nerissimo per i rossobù, reduci da sei sconfitte consecutive (prima del derby, i genoani avevano perso contro Sampdoria Genoa, probabili formazioni
(Roma, Milan, Fiorentina, Siena e Napoli

Potrebbe interessarti: https://www.genovatoday.it/sport/probabili-formazioni-sampdoria-genoa-18-novembre-2012.html
Leggi le altre notizie su: https://www.genovatoday.it/ o seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Genova-Today/113510678752010)
), di cui cinque della fin qui poco fortunata gestione Delneri.

L'allenatore genoano analizza così il momento poco felice della squadra: «Quello contro la Samp è stato certamente il peggior primo tempo della mia gestione qui al Genoa. Abbiamo regalato il primo tempo con un atteggiamento completamente sbagliato.

Nella ripresa c'è stata una reazione e siamo migliorati, grazie anche agli innesti di Vargas e di Bertolacci anche se ho visto poca qualità e intensità. Dopo il gol dell'1-2, con un po' più di attenzione e di forza avremmo potuto anche raggiungere la Samp e raddrizzare la partita.  Ma è chiaro a tutti che abbiamo ancora tanto da lavorare e da migliorare; ripartiamo dal recupero degli infortunati e poi dovremo essere bravi a dare continuità al gioco e recuperare posizioni in classifica».

Quanto alle voci su un possibile esonero, Delneri ammette: «Non ho sentito il presidente, ma so che fin da subito eravamo tutti convinti che c'era molto lavoro da fare e che dovevamo recuperare un po' di calciatori infortunati. Dobbiamo continuare a lavorare con impegno e fiducia per uscire da questo brutto momento tutti insieme. Non dev'esserci paura, ma solo la voglia di lottare per il popolo genoano, che ha continuato ad incitare ed applaudire la squadra fino alla fine».

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento