Frana a Vesima: riaperta via Rubens tra Voltri e Arenzano

Non è la prima volta che l'Aurelia viene chiusa e l'unica alternativa per spostarsi per e da Arenzano rimane la A10

La frana era venuta giù vicino al campeggio di Vesima più di una settimana fa

I cittadini del ponente genovese e di Arenzano possono tirare un sospiro di sollievo: via Rubens è stata riaperta a senso unico alternato nella serata di lunedì 2 dicembre, poco prima delle 20.

La strada - che sarebbe la via Aurelia - è rimasta bloccata per più di una settimana, ovvero da quando a Vesima (zona camping) una imponente frana è caduta sulle corsie in seguito al maltempo, impedendo il transito in entrambe le direzioni. Il problema era rappresentato dal fatto che, in quel punto, l'Aurelia è l'unica strada che collega Voltri e il resto del ponente della Liguria, e dunque per spostarsi in auto i cittadini hanno dovuto per forza prendere l'autostrada A10, già segnata da parecchi disagi in questi giorni, tra frane, restringimenti di corsie e tutto il traffico della A6 e della A26 che in alcuni momenti si è riversato sulla Genova-Ventimiglia per poter andare verso la A7.

Insomma, per il ponente sono stati giorni difficili considerato che la zona aveva già dovuto subire un isolamento forzato per alcuni giorni l'anno scorso, a causa di una voragine nell'asfalto apertasi sempre in via Rubens, nel 2017 per un problema analogo, e poi per un periodo molto più lungo nel 2016, quando una grande frana si staccò in zona Pizzo, ad Arenzano, bloccando nuovamente l'Aurelia per mesi e mesi.

Adesso i cittadini, avvertiti da un messaggio su Telegram della Polizia Locale di Genova, possono nuovamente percorrere in auto quel tratto di via Rubens, regolato da un semaforo, mentre Anas procede con i lavori per sgombrare definitivamente le carreggiate da terra e massi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento