menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allerte meteo, traffico e bus: il Comune passa a Telegram per comunicare con la città

Dal primo dicembre stop agli sms di allerta gialla, in attesa che almeno 100mila persone scarichino l'app gratuita di messaggistica istantanea per ricevere tutte le comunicazioni da un solo canale

Stop ai messaggi di allerta (per il momento solo per quanto riguarda quella gialla) via sms, avanti con gli avvisi istantanei via Telegram, app di messaggistica gratuita scaricabile su dispositivi da Apple Store o Play Store dove è possibile iscriversi a canali per ricevere aggiornamenti. In tanti già lo fanno per sconti, notizie, offerte e comunicazioni commerciali di vario genere, adesso anche il Comune di Genova, come molte altre amministrazioni, l’ha scelta per inviare ai genovesi nel modo più immediato e vasto possibile le comunicazioni importanti che non riguardano soltanto le allerte meteo, ma anche ostacoli o problemi alla viabilità stradale e modifiche alla circolazione dei bus.

Il canale Telegram del Comune, a onor del vero, esisteva già da un po’, ma era indicato solo come canale di comunicazione della Protezione Civile, e utilizzato solo per inviare messaggi relativi all’allerta meteo. Nel corso del tempo è stato piano piano sfruttato anche per inviare informazioni legate al traffico (chiusura strade per incidenti o cantieri, come accaduto per esempio per le modifiche alla circolazione legate alla demolizione del ponte Morandi), sino a quando il Comune non ha deciso, terminata la sperimentazione, di veicolare tutte le informazioni attraverso Telegram.

Allerte su Telegram, come funziona Genova Alert

«È un modo rapido, efficace e gratuito di inviare informazioni importanti in tempi brevi a tutti - conferma il consigliere delegato alla Protezione Civile, Sergio Gambino - A oggi contiamo su circa 130mila persone iscritte al servizio di sms, ma non sempre i messaggi arrivano in tempi brevi, l’operatore garantisce la consegna entro un’ora. E in certi casi è indispensabile che la comunicazione arrivi subito, per esempio quando si tratta di chiusura delle scuole. Telegram ci consente di farlo, e di aggregare oltre alle allerte tutta una serie di informazioni utili alla cittadinanza».

VIDEO | Allerte meteo e viabilità su Telegram: come scaricare l'app e ricevere info

Il canale GenovaAlert - che può essere trovato nell’app digitando nella striscia di ricerca  @Genova Alert - inizialmente funzionerà in parallelo con il servizio di sms. Dal primo dicembre gli sms tradizionali di allerta gialla verranno quindi eliminati in favore di messaggini su Telegram, e quando almeno 100mila persone avranno scaricato e si saranno iscritti al canale, il Comune procederà a eliminare anche gli sms di allerta arancione e rossa. 

Attualmente il canale Genova Alert conta su poco più di 19mila iscritti, ma la speranza è di farli salire nelle prossime settimane anche attraverso una campagna mirata: «Abbiamo gestito il canale per lungo tempo a livello di sperimentazione per capirne le modalità di utilizzo e fruizione, e abbiamo visto che era molto più immediato degli sms - conferma Gambino - Invitiamo tutti a scaricare questa app gratuita, che verrà allargata anche alla polizia Locale e ad Amt e che può risolvere molte criticità relative all’immediatezza delle comunicazioni».

Allerta e scuole, il Comune: «Con Telegram comunicazioni più tempestive»

Un esempio valido è quello delle scuole: tramite Telegram sarà possibile comunicare aperture o chiusure nell’immediato, evitando che si riproponga la situazione che si è proposta lo scorso ottobre, quando la chiusura in allerta arancione negli istituti dei Municipi Ponente e Medio Ponente è stata decisa all’alba e gli sms sono arrivati in alcuni casi un’ora dopo.

«In questo caso è proprio la modalità, l’sms, che prevede tempi più lunghi - spiega ancora Gambino - Telegram risolve questo problema. Abbiamo pensato di utilizzare anche WhatsApp, ma l’applicazione consente di inviare messaggi a un numero limitato di destinatari, e noi abbiamo bisogno di poterli inviare a numeri massicci».

Accanto all’immediatezza del mezzo c’è poi la questione economica: in media il Comune spende 6mila euro in sms ad allerta per inviare le comunicazioni, circa 87mila euro l’anno (anche se quest’anno la cifra più alta, complici le tante allerte emanate). Utilizzando Telegram, i costi verranno praticamente azzerati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento