rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022

VIDEO | Quagliarella e Kallon insieme per dare un calcio al cyberbullismo

I due giocatori testimonial del corto “Lottiamo Insieme Contro il Cyberbullismo” di Christian Olcese e Filippo Castagnola

Quagliarella e Kannon danno un calcio al cyberbullismo. Insieme ad altri testimonial d'eccezione come Giovanni Storti, icona della comicità grazie al trio Aldo, Giovanni e Giacomo, Anna Pettene, presidente Regione Liguria dell’osservatorio nazionale sul bullismo e disagio giovanile e Gloria Aura Bortolini, fotoreporter e conduttrice televisiva della Rai. L'occasione è il progetto “Lottiamo Insieme Contro il Cyberbullismo” di Christian Olcese e Filippo Castagnola, realizzato grazie ai patrocini concessi da banca generali private, osservatorio nazionale sul bullismo e disagio giovanile e Genova Liguria Film Commission, ideato, scritto e diretto da Christian Olcese, poeta, sceneggiatore e regista genovese e da Filippo Castagnola, videomaker e regista genovese in collaborazione artistica con Edoardo Nervi, direttore della fotografia e Lea Borniotto, regista e operatrice del team creativo Alienside Studio.

Il video, realizzato in due versioni (spot della durata di 30 secondi e cortometraggio della durata di 7 minuti e 53 secondi), vede la rappresentazione di quattro diversi cubi, metaforicamente alludenti a quattro differenti camere da letto. Difatti, prendendo visione dell’estratto, si può entrare all’interno della camera da letto di un adolescente, di una moglie, di una bambina e di un “Cyberbullo”.

Quest’ultimo, rappresentato senza volto e contornato dal disordine di fili elettrici e da un buio terrificante, inoltra, con soddisfazione e compiacimento, messaggi diffamatori e svilenti agli altri protagonisti, diventati le sue vittime e diventati i bullizzati della vicenda. Comincia così la visione di un susseguirsi di scene impregnate dalla paura, esposta dalle espressioni contorte e tristi dei bullizzati, i quali non riescono ad uscire dalle loro camere, controllate dalle risate malvagie del “Cyberbullo”.

La svolta emotiva, terapeutica della storia avviene con l’ingresso in stanza delle figure di sostegno, ovverosia il padre dell’adolescente, il marito e la mamma della bambina, capaci di accogliere tra le proprie braccia le vittime e di accompagnarle fuori dalle quattro mura, lasciando il bullo a strepitare e a contorcersi nel suo buio. Il video,
inoltre, è terapeuticamente impreziosito dalla spiegazione psicologica sull’argomento cyberbullismo, offerta da Giovanni Martinotti, psichiatra romano e da Martina Olcese, psicologa genovese.

Il video verrà distribuito tra le scuole e gli enti sportivi italiani, una volta che la situazione sanitaria permetterà la presenza continua di studenti e di sportivi nelle aule e nei centri sportivi e sarà visibile sui social network di chi ha partecipato alla realizzazione.
I costumi sono offerti da Olmeda Genova e la Location è offerta da Paolo Rosato Arredamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Quagliarella e Kallon insieme per dare un calcio al cyberbullismo

GenovaToday è in caricamento