Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Importavano tonnellate di droga dall'Albania a bordo di gommoni con 500 cavalli, 29 arresti

 

I carabinieri, al termine di un'indagine iniziata alla fine del 2016, hanno sgominato una banda, dedita al traffico d'ingenti quantitativi di sostanza stupefacente. Al vertice del sodalizio criminale tre albanesi, finiti in carcere.

Nel complesso l'operazione ha portato all'esecuzione di 29 ordinanze di custodia cautelare, di cui 20 in carcere, fra cui un mandato di arresto internazionale nei confronti di un soggetto dimorante in Albania. Tra i destinatari, un soggetto è già detenuto in carcere, a Brindisi, per altra causa, mentre un soggetto è a Sulmona, già in regime di arresti domiciliari. Eseguiti inoltre nove obblighi di dimora, di cui uno a carico di un soggetto già agli arresti domiciliari a Bari.

In particolare, sono stati sottoposti a sequestro (per un valore complessivo di circa 50 milioni di euro) oltre 7 tonnellate di stupefacente (marijuana, hashish e cocaina); tre litri di droga sintetica liquida del tipo 'ayahuasca', detta anche 'droga dello sciamano'; tre gommoni oceanici con motori da 500 cv, del valore complessivo di 200mila euro; una pistola semiautomatica 'imi jericho' calibro 9x19, completa di caricatore e 15 cartucce dello stesso calibro; 8.850 euro ritenuti provento di attività illecita; nove veicoli fittiziamente intestati a prestanome.

L'operazione 'Ottobre Rosso', in sintesi, oltre a infliggere un duro colpo all'intera organizzazione albanese, con lo smantellamento dell'intero vertice, ha messo in evidenza l'esistenza di consolidati ed efficienti rapporti di cooperazione tra sodalizi nazionali e stranieri coinvolti, a vario titolo, nel traffico internazionale di grosse partite di stupefacenti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento