Dopo 68 anni chiude l'orologeria di Priaruggia

«Il mio negozio è sempre stato un punto di riferimento per tutto il quartiere», racconta la titolare nel ringraziare i suoi clienti

Fra le purtroppo molte attività che si sono viste costrette a chiudere i battenti a Genova, oltre al mercato del Carmine, a due librerie e al Fai da te in via San Vincenzo, ultimi di una lunga serie, a dover dire 'basta' è stata anche Lucia Smerieri, titolare dell'orologeria oreficeria in via Quarto 11 rosso a Priaruggia, aperta nel 1950 dal padre di Lucia.

«Il mio negozio è sempre stato un punto di riferimento per tutto il quartiere. Ha visto nascite, divorzi, comunioni, cresime, ha accompagnato tante famiglie nella loro vita di regali. Vorrei solo ringraziare i nostri tanti clienti, molti dei quali sono diventati nostri amici. Ringraziarli e che abbiano un buon ricordo di noi per quello che abbiamo fatto in 68 anni di attività», le parole di Lucia Smerieri prima di abbassare la saracinesca per l'ultima volta.

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

I più letti della settimana

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

  • Paura in porto, una donna si getta dalla nave

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Blitz al circolo privato, diecimila euro di multa al presidente

Torna su
GenovaToday è in caricamento