Crisi di Piccapietra, Bordilli: «Allo studio sgravi per le aziende»

Il momento difficile dell'area di Piccapietra, dove di recente hanno chiuso Rinascente, Ca'Puccino e Moody, è approdato in Consiglio comunale

Il Consiglio comunale di oggi, martedì 12 marzo 2019, è iniziato come di consueto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Stefano Costa (Vince Genova) ha chiesto in che modo l'Amministrazione intenda incentivare l'insediamento di nuove attività commerciali nell'area di Piccapietra, dove hanno chiuso la Rinascente e Ca'Puccino e ora anche il Moody, in seguito al fallimento del gruppo Fogliani.

Per la giunta è intervenuta l'assessore Paola Bordilli: «stiamo seguendo con attenzione la situazione non solo di Piccapietra, ma dell'intera città, perché è nostro intendimento che le zone, e in particolare il centro cittadino, non rimangano vuote. Stiamo pensando a degli sgravi delle imposte comunali per tre anni per tutte quelle aziende che sceglieranno la nostra città per le loro attività e creeranno lavoro».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Mortale in via Bobbio, un video incastra l'automobilista che ammette: «Sono passato col rosso»

  • Cronaca

    Agenzia nazionale per la sicurezza stradale, la richiesta: «Agli Erzelli la sede operativa»

  • Cronaca

    Manin, guasto alla lavatrice: appartamento in fiamme

  • Cronaca

    Manifesti fascisti in città e in valle Stura, Anpi: «Patetico»

I più letti della settimana

  • Grossi quantitativi di droga e armi, arrestato allenatore di calcio

  • Si cappotta in auto, grave una donna

  • Panico in centro, minaccia di gettarsi da ponte Monumentale

  • Ventuno euro per fare da San Martino a Quarto in taxi, indaga la polizia

  • Nascondeva cocaina in trattoria, arrestato noto ristoratore di Sampierdarena

  • Ruba, scappa e torna indietro per farsi ridare il cellulare: arrestata

Torna su
GenovaToday è in caricamento